Il rapporto di sponsorizzazione tra il Qatar e FC Barcellona, 30 milioni a stagione, ha i giorni contati. Il club blaugrana ha già fatto sapereagli Arabi che se vogliono continuare a sponsorizzare il club dovranno migliorare, e di molto, l’offerta finanziaria che permette loro di apparire sulla maglietta e in molte aree dello stadio blaugrana.

Il contratto tra Barcellona e Qatar Sports Investment, una società che inizialmente ha gestito il primo cambiamento da Unicef ​​a Fondazione Qatar e poi in Qatar Airways, concluderà il suo contratto nel 2016 dopodichè il Barcellona vaglierà altra offerte più redditizie.

Il mercato delle sponsorizzazioni dei club ha subito un drastico cambiamento da quando il Manchester United ha firmato un contratto con Chevrolet per sette stagioni in cambio di 411 milioni, oltre a questo la squadra di Old Trafford ha firmato con Adidas un accordo che le assicura 94 milioni a stagione, che ha “costretto” i Red Devils ha lasciare Nike. Totale? Il Manchester United riceve dai due sposor 150 milioni e dato che è una squadra che non gioca la Champions non è proprio male.

Questo accordo monumentale ha portato il Barcellona ad essere molto amato sul mercato. Il Qatar rimane un partner prezioso, soprattutto per il fatto che posso essere coinvolti nel rimodellamento del Camp Nou, mase l’emirato vuole continuare a sponsorizzare la squadra catalana dovrà aumentare la sua offerta.

L’idea del consiglio blaugrana è che il nuovo sponsor venga eletto dall’assemblea dei soci il prossimo anno. Bartomeu sta lavorando per fornire entro un anno una gamma di possibilità ai soci sulle quali possa decidere quello che vogliono indossare come sponsor. Tra le opzioni, non escludono di ritirare la pubblicità sulla maglia ufficiale, tornare a Unicef ​​e compensare queste entrate vendendo il nome dello stadio.

L’idea del Barcellona è di passare dagli attuali 30 milioni a stagione ad un minimo di 50.

Alberto Lattuada