«Roma condannata a vincere quest’anno? Accettiamo la condanna, a noi piace competere a livello internazionale, esser pronti significa provare a vincere e la squadra è all’altezza». E’ il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, a non nascondere la volontà della società di competere ai massimi livelli in campionato, Coppa Italia e Champions League. «La squadra allestita è all’altezza, stiamo lavorando per portare a Trigoria giovani talenti che possano costituire il futuro della squadra. È importante essere competitivi oggi ma anche per il futuro», prosegue ai microfoni di ‘Roma Radiò il dirigente giallorosso.

«L’obiettivo l’anno scorso era andare in Champions e ci siamo riusciti. Arrivando in quarta fascia era certo che avremmo incontrato le più forti ma il sorteggio è stato sfortunato per Bayern Monaco e Manchester City, e non lo dico con arroganza. Ci troviamo in un girone con i vincitori dei campionati inglese, tedesco e russo, il nostro è il girone più difficile ma siamo fieri di farne parte».

Dopo il progetto stadio e gli obiettivi stagionali della squadra, Baldissoni passa a parlare dello sponsor: «L’obiettivo è associarci a un partner collegabile anche all’immagine del nuovo stadio. Il percorso è ancora lungo, ma il lavoro quotidiano contribuisce ad essere una società forte. Lo stato di salute della Roma è ottimo. Abbiamo avviato un percorso di riduzione perdite continuando comunque a investire».

Su quanto realizzato dalla nuova dirigenza il direttore generale della Roma chiarisce: «Abbiamo realizzato più in fretta del previsto le iniziative che avevamo in mente». Infine un saluto ai tifosi: “Li ringrazio per il comunicato della Curva Sud per presa di responsabilità e ideali. Invito i tifosi a continuare su questa strada”.

Fabio Colosimo