Il ministro serbo della Gioventù e dello Sport Vanja Udovicic ha tenuto dei colloqui con la gestione dei principali club di calcio del paese, Partizan Belgrado e Stella Rossa Belgrado, sulla possibile privatizzazione dei club di proprietà stataleL’obiettivo del governo serbo è quello di agire insieme con i rappresentanti dei club per fare un quadro per un sistema sostenibile e funzionale a lungo termine che possa migliorare la qualità dello sport serbo e garantire il loro futuro“, ha detto Udovicic, in riferimento alle difficoltà finanziarie dei club negli ultimi anni.

Una storica rivalità

La Stella Rossa Belgrado è stata rappresentata da tre dei suoi vice presidenti, Nebojsa Covic, Slavisa Kokeza e Ivica Toncev, dal presidente dell’assemblea del club, Msvetozar Mijajlovic, così come dal suo segretario generale, Zvezdan Terzic. Il Partizan è stata rappresentato dal direttore generale del club Dragan Djuric, dal segretario generale Darko Grubor e dal segretario della sua associazione sportiva Milano Obucina.
Il ministro ha detto che, a seguito di questi incontri, il governo vorrebbe anche avviare trattative con altri club sportivi in cui è coinvolto lo Stato; i due club, con sede nella capitale della Serbia, attualmente giocano nel massimo campionato della lega calcio professionistico, la SuperLiga, e hanno una rivalità di lunga data. Il Partizan possiede uno stadio con una capienza di 32.710, mentre la Stella Rossa gestisce un impianto sportivo con una capacità di 55.538.

Alberto Lattuada

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here