FC Dinamo Bucarest, il secondo club più popolare di Romania, ha presentato mercoledì istanza di fallimento. La Dinamo, attualmente quarta in campionato, ha vinto il campionato per la 18esima volta nel 2007 e fu acquistata da Ionut Negoita nel 2013 con la promessa di far tornare il club al suo antico splendore. All’inizio di questa settimana Negoita ha rilasciato una dichiarazione: “Ho cercato tutte le possibili soluzioni e ho sperato fino all’ultimo momento, ma un nuovo debito di diversi milioni è venuto fuori dal nulla. La nostra conclusione è che (la dichiarazione di insolvenza) è l’unica soluzione al momento. La direzione del club verrà presa da un amministratore, che gode del sostegno stimato del 16,3% dei tifosi rumeni.

La decadenza

La Dinamo è stata decimata nel 1989, quando praticamente tutta la squadra è andato all’estero a seguito della rivoluzione rumena, e negli ultimi anni il calcio rumeno è stato colpito da fallimenti e da uno scandalo sui trasferimenti che ha visto numerosi funzionari arrestati per corruzione ed evasione fiscale in relazione proprio alla gestione delle indennità di trasferimento dai club stranieri con la maggior parte delle tasse sui giocatori venduti finite in conti off-shore invece di andare ai club di appartenenza. Dopo un lungo processo penale, l’ex presidente esecutivo della Dinamo Cristian Borcea ha perso il suo appello nel mese di marzo e condannato a sei anni e quattro mesi di carcere senza condizionale per evasione fiscale nel trasferimento dei giocatori, mentre l’ex sponsor della Dinamo Gigi Netoiu è stato a sua volta condannato a tre anni e quattro mesi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here