Barcellona inchiesta C&F
Barcellona inchiesta C&F

“Siamo tranquilli. Si tratta di un processo normale in cui avremo 90 giorni per replicare e spiegare i motivi per i quali abbiamo ingaggiato questi giocatori”. È quanto afferma una fonte autorevole del Barcellona al quotidiano spagnolo As in merito al blocco di mercato deciso dalla Fifa per irregolarità nei trasferimenti di calciatori under 18. Il dirigente blaugrana, coperto dall’anonimato, sostiene che “la sanzione non sarebbe di due anni ma due finestre di mercato”. Il Barcellona è già al lavoro per fornire spiegazioni sul caso. Sempre secondo As le operazioni che avrebbero fatto scattare la sanzione della Fifa riguarderebbero gli acquisti di 10 minorenni, fra i quali anche il coreano Lee Seung Woo di 16 anni, considerato fra i più talentuosi giocatori della cantera del Barca. Il giocatore era stato scoperto dal club catalano in occasione della Danone Cup disputata in Sudafrica nel 2011.

Barcellona, si difenderà davanti alla Fifa
Barcellona, si difenderà davanti alla Fifa

TMS

Il Transfer Matching System Web ( TMS ) è diventato obbligatorio per tutti i trasferimenti internazionali dei giocatori di sesso maschile professionisti nell’ambito del calcio a undici, a partire dal mese di ottobre 2010. Comunque già nel 2009 l’uso del TMS era obbligatorio in tutte le applicazioni per una prima iscrizione di un minore o per un trasferimento internazionale che coinvolgesse un minore ai sensi dell’art .19 del Regolamento internazionale.
La FIFA TMS, nata come società controllata della FIFA nel 2007, ha istituito un programma di conformità nel 2010 per assicurare che tutti i trasferimenti internazionali dei calciatori professionisti siano condotti attraverso le regole del TMS in conformità con i regolamenti e per controllare l’integrità dei club; in caso di violazione dei regolamenti, in particolare degli allegati 2 e 3, i trasgressori, una volta identificati, verranno indagati ed inviati alla Commissione Disciplinare della FIFA per la valutazione e la decisione finale. La FIFA TMS controlla l’attività di trasferimento utilizzando internamente il già sviluppato market intelligence, le fonti esterne e le informazioni ricevute dallo Status & Governance of Players, oltre che i dipartimenti disciplinari & la Governance.