Credit Suisse non vede più Tod’s così attraente. Il broker svizzero ha ridotto il giudizio sul gruppo italiano del lusso, portandolo a neutral dal precedente outperform, e contemporaneamente ha abbassato il target price a 105 euro dai 125 euro precedenti, dopo aver tagliato del 10% le stime sul 2014. “Ci piacciono ancora gli attributi di questa azienda italiana del lusso di alta qualità”, spiegano gli analisti nella nota odierna, “ma abbiamo sottovalutato l’aggravarsi delle turbolenze a breve termine che portano a declassamenti materiali. Crediamo che la valutazione non sia più attraente”.

Secondo gli analisti di Credit Suisse, Tod’s sarà un titolo controverso nel 2014, alla luce dei risultati del 2013, che hanno mancato le attese, e le indicazioni sulle vendite che per la prima parte del 2014  sono risultatae deludenti, tanto da portare una revisione delle stime di consenso per l’anno in corso. Sul gruppo di Della Valle gli analisti rimangono comunque fiduciosi su un’accelerazione della crescita nel 2015 grazie a quattro fattori: un miglioramento del comparto retail in Italia, le opportunità derivanti dalla penetrazione negli Stati Uniti, una crescita convincente e prospettive di redditività per Roger Vivier e una potenziale di espansione dei margini a lungo termine. Senza contare eventuali ipotesi di M&A che potrebbero fornire un valido sostegno alle azioni. Il prossimo appuntamento con Tod’s è fissato per il 14 maggio, quando la società pubblicherà i conti del primo trimestre. Il titolo oggi viaggia a 92,90 euro a -1,33%.

Della Valle, per Credit Suisse Tod's avrà un duro 2014
Della Valle, per Credit Suisse Tod’s avrà un duro 2014

Il consiglio di amministrazione della Fiorentina

L’inizio del 2014 è stato un periodo di grandi manovre per la Fiorentina che arriveranno al loro culmine quando ad aprile sarà rinnovato il consiglio di amministrazione che dovrebbe portare una nuova ventata di novità nel club viola. Il punto saliente all’ordine del giorno sarà la rinomina di Andrea Della Valle come presidente che si incaricherà in prima persona del rinnovo di contratto del direttore sportivo Daniele Pradè. A questo punto l’attuale presidente esecutivo Mario Cognigni, uomo fidato dei Della Valle, potrebbe tornare ad occuparsi delle attività proprio del gruppo Tod’s, oppure dedicarsi più settorialmente al progetto del nuovo stadio. Intanto stasera c’è Juventus – Fiorentina, andata degli ottavi di finale di Europa League, una sfida nella sfida che quest’anno ha regalato tante scintille sia in campo che soprattutto fuori.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here