Manchester City, il proprietario Al Mansour
Manchester City, il proprietario Al Mansour

E’ stata una settimana di shopping per il Manchester City dello sceicco Al Mansour, che ha deciso di acquistare un club australiano, il Melbourne Heart, che milita nella A-League. Si tratta di una nuova espansione dopo che il club inglese ha fondato il New York City Football Club nel 2012; sul tavolo Mansour ha messo 100 milioni di dollari per finanziare la squadra americana, che dovrebbe debuttare l’anno prossimo.

L’Australia accoglie lo sceicco Mansour

Per i commentatori australiani la notizia è ben gradita. In questa analisi del Sidney Morning Herald si accoglie l’investimento di Mansour come un “cavallo di Troia” che possa aprire a una mentalità nuova. Anche perché è ancora caldo nella memoria l’anno di passione (il 2011) nel quale sono emersi i problemi finanziari della Federazione australiana, con alcuni club finiti sul mercato per lungo tempo e in dissesto. Ora, si augurano dall’Australia, il calcio di casa è chiamato a fare il salto definitivo e l’interesse del Manchester City può essere un buon trampolino di lancio.

Operazione da 11 milioni di dollari

L’operazione è stata condotta in tandem con i proprietari del Melbourne Storm di rugby. David Gallop, amministratore delegato dela Federcalcio australiana, ha spiegato che il City avrà una quota dell’80 per cento. “Il Manchester City e i loro partner australiani – ha commentato – hanno fatto un investimento strategico. E’ un altro segno che il mondo sta prendendo in considerazione il calcio australiano”. Quanto al valore dell’operazione, fonti australiane parlano di 11,5 milioni di dollari per la quota di ampia maggioranza, valore che alcuni hanno defenito “troppo a buon mercato” per lo Sceicoc. Il Melbourne Heart non vive certo un momento brillante dal punto di vista sportivo: è attualmente all’ultimo posto della classifica di A-League, con una sola vittoria in 15 partite.

Il City pronto a mettersi in vetrina tra i Canguri

Dall’Inghilterra, l’amministratore delegato del City, Ferran Soriano, si è detto entusiasta della possibilità di sfruttare al cuore uno dei club di calcio di maggior successo a livello nazionale e in tutta la regione . “Crediamo che la forte cultura sportiva di Melbourne; combinata con il calcio e le competenze commerciali all’interno del nostro consorzio farà una potente combinazione sia dentro che fuori dal campo “, ha detto Soriano in un comunicato ufficiale. Per il City si parla già di una vetrina in Australia, alla fine del campionato.