allegri_galliani”Una serata deludente, come altre, che conferma come sia necessario e urgente, con il contributo di tutti, cambiare”. Così Barbara Berlusconi ha commentato la sconfitta del Milan sul campo del Sassuolo per 4-3. ”Non è più tollerabile”, ha spiegato all’ANSA, la figlia di Silvio Berlusconi, “che i nostri tifosi assistano a prestazioni inaccettabili come queste”.

Dopo la tregua sancita lo scorso autunno, che aveva portato a una ripartizione delle deleghe tra Adriano Galliani (che ha assistito al Mapei Stadium alla disfatta della squadra guidata da Massimiliano Allegri) e Barbara Berlusconi, la figlia dell’ex premier è tornata a chiedere con forza un cambio di passo nella gestione sportiva e societaria del club. Una nuova presa di posizione che mette a repentaglio i delicati equilibri al vertice del della società e prelude a un possibile esonero del tecnico livornese.

Per ora Allegri, che ha già fatto sapere che lascerà il Milan a fine stagione, non sembra intenzionato a rassegnare le dimissioni dalla guida tecnica del club. Sembra dunque possibile che nelle prossime ora la proprietà e la dirigenza del Milan si confronteranno per decidere se lasciare la squadra nelle mani del tecnico livornese o se procedere al ricambio auspicato da Barbara Berlusconi.

“Mi rimetto alla società e alle sue decisioni”, ha affermato Allegri ai microfoni della Domenica Sportiva. La sconfitta con il Sassuolo? Frutto “di un problema mentale, più che tecnico e tattico”. Domani potrebbe arrivare il suo esonero? “Vedremo domani”,  ha risposto Allegri, “Al momento sono ancora l’allenatore del Milan. Sono sereno, anche se arrabbiato per come sta andando il campionato. Conosco pregi e difetti di questa squadra. Continuerò a lavorarci finche sarò sulla panchina del Milan”.

La strada, tuttavia, sembra ormai segnata. In molti hanno letto nelle parole di Barbara la determinazione del presidente Silvio Berlusconi di avallare il cambio alla guida tecnica del Milan. Tanto che, secondo indiscrezioni, nella notte tra domenica e lunedì la società avrebbe contattato l’allenatore della primavera rossonera, Filippo Inzaghi, reduce dalla vittoria nel derby contro l’Inter, per assumere la guida della prima squadra al posto di Allegri.

In attesa dell’arrivo di Clarence Seedorf a partire dalla prossima stagione, non sembrano infatti esserci altre possibili soluzioni interne. Nelle prossime ora l’ex premier poi dovrà dare l’ok definitivo all’esonero di Allegri e procedere così, con la nomina di Inzaghi ad allenatore della prima squadra.