«Non accetteremo che i diritti sui giocatori siano detenuti da istituti finanziari». È chiara la presa di posizione contro i fondi di investimento che intervengono nel calcio da parte del presidente dell’Uefa, Michel Platini, impegnato a Bilbao in una riunione del comitato esecutivo dell’organizzazione

L’ex stella della Juventus edella nazionale francese vuole un intervento deciso contro questo fenomeno: «Prima erano i club ad essere proprietari dei giocatori. Adesso ci sono molti fondi di investimento. L’Uefa interverrà per combattere questa situazione e, se la Fifa non prenderà provvedimenti, lo faremo noi. La Commissione europea supporterà i nostri piani», ha concluso Platini.

Il presidente Uefa ha sottolineato infine come le combine e le partite truccate siano più gravi di violenze e razzismo: «La violenza ed il razzismo colpiscono le persone mentre le partite truccate e le frodi rovinano lo sport che noi tutti amiamo. Che interessa suscita una partita di cui è già stato stabilito il risultato?», ha concluso polemicamente l’ex campione transalpino