Serie B, oggi nuova assemblea: sul tavolo le offerte per i diritti tv 2024-2027

L’Assemblea dovrà decidere come muoversi per cercare di chiudere l’accordo con i broadcaster interessati in vista del prossimo triennio che si aprirà con il campionato 2024/25.

Balata contro seconde squadre Milan
Mauro Balata (Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images)

Questa mattina, la Lega Serie B (presieduta da Mauro Balata), e i suoi 20 club si riuniranno in Assemblea con uno scopo principale: indire un altro bando per i diritti televisivi del campionato cadetto valido per il triennio 2024-2027.

Dopo che la prima offerta messa sul mercato non ha raccolto nessun interessamento, e in seguito alle trattative private con i broadcaster, il campionato cadetto spera di far leva sul maggior numero di ascolti fatto registrare nell’ultima stagione, che ha superato le ultime sia durante la stagione regolare sia nel corso di playoff e playout.

Nell’ultimo triennio, conclusosi con la stagione 2023/24, la Lega Serie B aveva deciso di rinunciare all’esclusività assegnando tutte le partite sia a Sky che a DAZN (l’accordo con Helbiz è stato rescisso in anticipo un anno fa per inadempienza). E proprio da questi due broadcaster vuole ripartire la B, ma la Lega potrebbe andare incontro a ricavi inferiori rispetto al triennio appena concluso.

Da qui l’urgenza dell’Assemblea odierna. Si tratta di un incontro in videoconferenza, ma comunque molto importante considerando l’avvicinarsi dell’inizio del campionato 2024/25 che darà il via al prossimo triennio per quanto riguarda i diritti televisivi.