Inter, Marotta: «Io presidente? Il mio ruolo è di dirigente»

«Sono nato dirigente sin da giovane, è giusto che tenga questa carica. Il ruolo di presidente compete ad altri», ha spiegato l’ad nerazzurro.

Marotta
Giuseppe Marotta (Foto: MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

“Come è andato l’incontro di ieri? La rassicurazione la abbiamo data fin dal primo giorno. Sappiamo che Oaktree vuole dare continuità, stabilità e sostenibilità a questo club ma soprattutto vuole continuare nella scia dei risultati importanti. Devo dispensare tanto ottimismo. Io presidente? Sono nato dirigente sin da giovane, è giusto che tenga questa carica. Il ruolo di presidente compete ad altri”. Lo ha detto l’ad dell’Inter Giuseppe Marotta, intervenuto a margine della consegna del “Premio Rosa Camuna”.

“Lautaro Martinez? Non è una preoccupazione, sono negoziazioni e trattative che rappresentano dinamiche tipiche del mondo del calcio. Partiamo da una considerazione importante, cioè che Lautaro ha grande senso di appartenenza verso questo club e questa città, questo ci faciliterà sicuramente la negoziazione con il suo procuratore. Non c’è fretta, lo faremo con molta calma. Oggi ci sono priorità aziendali, a tempo debito affronteremo anche queste problematiche, sono situazioni ordinarie”, ha proseguito.

“Inzaghi? Anche per Inzaghi vale lo stesso discorso di Lautaro, ha dimostrato di essere un allenatore bravo e vincente, per cui è evidente che da parte nostra ci sia voglia di continuare il percorso che di prolungare il suo contratto. Non è solo fiducia ma è anche metterlo nella condizione di poter lavorare in tranquillità. Il suo ciclo potrà andare avanti ancora per tanto tempo”, ha concluso Marotta.