CSA riceve il "Premio America Innovazione" per le migliori startup

La società cui fa capo il Football Players Exchange è stata selezionata tra le migliori startup italiane nell’ambito del premio istituito dalla Fondazione Italia USA.

CSA Football Players Exchange

CSA, la società italiana attiva nell’ideazione di prodotti finanziari con sottostante indici legati ad asset sportivi e a cui fa capo, tra l’altro, il progetto Football Player Exchange, la piattaforma rivolta a tifosi e appassionati su cui è possibile giocare puntando al rialzo o al ribasso su circa 400 calciatori, è stata selezionata tra le migliori startup italiane nell’ambito dell’edizione 2024 del “Premio America Innovazione” istituito dalla Fondazione Italia USA.

La consegna del premio si è svolta il 14 marzo, a Roma, presso la Camera dei Deputati, alla presenza del Chariman of the board & CEO di CSA S.p.A., Anthony Ampellio.

«Dedico questo premio ai colleghi che mi hanno affiancato e sostenuto fin dalla nascita di CSA Ca mia moglie Vanessa in particolare, che mi ha sempre supportato in questo lungo cammino che ci ha portato fin qui», ha commentato Ampellio dopo la consegna del riconoscimento.

Anthony Ampellio

 

Il “Premio America Innovazione” è un riconoscimento per gli innovatori artefici delle migliori startup italiane. Affiancato al “Premio America”, lo storico riconoscimento destinato alle più prestigiose personalità di chiara fama internazionale, il “Premio America Innovazione” vuole valorizzare ogni anno i migliori talenti imprenditoriali italiani che hanno ideato e realizzato delle startup innovative e competitive nel mondo del mercato globale e delle sfide mondiali. Un riconoscimento di prestigio internazionale, che rappresenta una qualificazione e una certificazione di qualità di fronte agli investitori e ai mercati.

I vincitori del “Premio America Innovazione” sono selezionati dalla Fondazione Italia USA, tramite il Registro Imprese e il sistema camerale, sulla base di diversi parametri indicativi dei valori e dei potenziali di competitività e di investimenti innovativi delle startup. Costituisce un fattore valutativo privilegiato l’imprenditorialità femminile e quella di giovani al di sotto dei 35 anni. Non sono possibili autocandidature.