Fiorentina, piano Franchi dal 2025: prima a Empoli, poi al Padovani

I lavori inizierebbero tra un anno esatto, consentendo al club di spostarsi da Firenze solamente per sei mesi, adeguando nel frattempo il Padovani.

Dove giocherà la Fiorentina
(Foto: Comune di Firenze)

Il progetto per risolvere la questione stadio e ristabilire il rapporto con la Fiorentina, promosso da Palazzo Vecchio e dal Partito Democratico (Pd), sarà svelato giovedì nel vertice in Prefettura, secondo quanto riportato dal quotidiano La Nazione. L’idea prevede l’avvio dei lavori per il restyling del Franchi esattamente tra un anno, con la preparazione contestuale del Padovani, consentendo alla squadra viola di trasferirsi nell’impianto temporaneo a partire dalla stagione 2025/2026. Questa proposta permetterebbe ai viola di rimanere a Campo di Marte per tutto l’anno in corso, obbligandoli a lasciare Firenze solo nei primi mesi del 2025, con il Castellani di Empoli come casa temporanea durante quel periodo.

Il sindaco Dario Nardella vede questa soluzione come una scommessa interessante, ma il successo dipende dalla perfetta esecuzione del cronoprogramma dei lavori su più fronti. Il Comune ha già destinato dieci milioni per l’ammodernamento dello stadio del rugby, ma potrebbero essere necessari fondi aggiuntivi. Il governo deve concedere la proroga all’avvio dei lavori e garantire che il ritardo non influenzi il contributo di circa 150 milioni stanziato dai ministeri per il restyling del Franchi.

Il consenso della sindaca di Empoli, Brenda Barnini, è cruciale per il successo dell’operazione. Fino a ora, si è opposta preoccupata per l’afflusso di tifosi e i problemi logistici, ma potrebbe essere più propensa a una soluzione temporanea ben definita. La politica gioca un ruolo chiave, con la presenza del presidente della Regione Eugenio Giani al vertice, sostenitore di questa soluzione “toscana” associata al Pd.

La Fiorentina, invitata al summit di giovedì, potrebbe trarre vantaggio da questo piano, specie nella prima parte della prossima stagione, comprese eventuali competizioni europee. Empoli sarebbe la destinazione temporanea durante la fase di ristrutturazione del Franchi, con una parentesi lontana da Firenze tra gennaio e giugno 2025, ma abbastanza gestibile per i tifosi data la vicinanza geografica.

L’investimento nel Padovani creerebbe un secondo impianto a disposizione della città, utilizzabile non solo per il rugby. Il “piano Empoli” è emerso dopo un’analisi di alternative regionali ed extra-regionali che si sono rivelate impraticabili. Nonostante le tensioni precedenti con la politica locale e le discussioni con il ministro Abodi, la visita del direttore generale viola Joe Barone allo stadio Braglia di Modena è stata considerata provocatoria, e il club emiliano ha chiarito che non è contemplabile l’utilizzo del loro stadio per le partite interne della Fiorentina.