PIF investe ancora in Italia: una sua società rileva il 6% di Technogym

La controllata NIF Holding Italy ha investito 111,1 milioni di euro. Questa operazione rientra nel piano per supportare le strategie di crescita del progetto della città futuristica di Neom.

technogym
(Photo by Guido De Bortoli/Getty Images)

Il fondo saudita PIF continua i suoi investimenti in Italia e nella giornata di oggi la società NIF Holding Italy ha concluso l’acquisto del 6% del capitale sociale di Technogym, azienda italiana leader mondiale nella produzione di attrezzi per lo sport e il tempo libero con sede a Cesena.

L’operazione è stata possibile grazie all’investimento di 111,1 milioni di euro condotta dalla società NIF Holding Italy che, si legge in una nota, ha rastrellato 8,8 milioni di azioni da investitori istituzionali attraverso un reverse accelerated bookbuilding (Rabb) e ha sottoscritto un derivato per rilevare altri 3,3 milioni di azioni, valorizzando 9,2 euro l’uno i titoli, a cui sono legati diritti di voto pari al 4,5%. In Borsa gli acquisti a premio hanno messo le ali al titolo, che sale del 5,4% a 8,42 euro, dopo essere arrivata a salire del 10,5%.

NIF sta per Neom Investment Fund ed è il fondo di investimento creato da Neom Company, la società saudita di proprietà del fondo sovrano PIF che dovrà costruire la futuristica città di Neom sulle coste del Mar Rosso, realizzando un mega progetto da 500 miliardi di dollari, fortemente voluto dal principe saudita Mohammad bin Salman.

Si tratta del secondo investimento del fondo saudita PIF che ad aprile scorso aveva concluso l’acquisto del 33% di Azimut Benetti, il più grande produttore al mondo di imbarcazioni da diporto a motore per un valore di oltre 419 milioni di euro, con l’obiettivo dichiarato di concludere a breve giro di posta l’acquisto della quota restante in mano al gruppo Rocco Forte Hotels.

«NIF – si legge nella nota – riconosce il potenziale di crescita di Technogym e questa operazione riflette l’impegno di Neom a creare un nuovo modello per una vita sostenibile e salutare. NIF si impegna a essere un investitore di minoranza di lungo termine in Technogym». L’operazione segue una serie di investimenti recentemente annunciati da NIF. Questi investimenti mostrano il ruolo cruciale di NIF nel supportare le strategie di crescita di Neom, abilitando nuove tecnologie, creando nuove attività e opportunità di lavoro al fine di creare un’economia prospera nella città futuristica di Neom.

Infine, gli investimenti sauditi in Italia sono visti di buon occhio dal Governo Meloni, come dimostra l’incontro di pochi giorni fa nella capitale Riad fra il ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, e i vertici del Public Investment Fund. Sul tavolo della missione ufficiale nella Penisola Arabica, le opportunità di investimenti congiunti nelle filiere del Made in Italy, anche attraverso il nuovo fondo strategico italiano, e gli investimenti sauditi in Italia in settori come energia, veicoli elettrici, petrolchimico, immobiliare, lusso e sport.