I fondi puntano la Bundesliga: da Advent a CVC, ecco chi è in corsa

L’11 dicembre i 36 club dei due massimi campionati tedeschi sono chiamati a votare se procedere con l’asta per l’assegnazione di una percentuale, intorno al 10%, a un soggetto terzo che garantirebbe nuove risorse economiche alle società.

Bundesliga
(Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Il calcio tedesco continua la sua “caccia” a nuove risorse economiche e porta avanti il processo decisionale per individuare il partner giusto a cui cedere una parte dei proprio diritti televisivi dei prossimi anni. Una mossa che diversi club europei hanno già fatto, gli esempi più importanti riguardano Barcellona e Real Madrid, con la federcalcio tedesca che vuole così avere le risorse necessarie per colmare il gap con la Premier League, riconosciuta dagli investitori stranieri come il miglior campionato nazionale del mondo, come confermato dalla stessa lettera di intenti della DFL che invita i club a discutere per «garantire la posizione competitiva sportiva ed economica delle leghe federali».

L’obiettivo della DFL è quella di incassare da investitori privati circa 1,1 miliardi di dollari. Al momento, secondo quanto l’agenzia di stampa britannica Reuters, dovrebbero essere cinque i fondi di private equity interessati a rilevare una percentuale, non meglio specificata, dei diritti televisivi che i due massimi campionati tedeschi incasseranno nei prossimi anni. La rosa dei fondi dovrebbe includere Advent International, Blackstone, Bridgepoint, CVC Capital Partners ed EQT, con almeno quattro di questi che dovrebbero presentare un’offerta preliminare entro l’inizio di dicembre.

L’11 dicembre, infatti, è prevista un’assemblea dei 36 club iscritti alle prime due divisioni tedesche, che saranno chiamati a decidere se organizzare un’asta per la vendita di una percentuale dei diritti televisivi che le società incasseranno nei prossimi anni. Per andare avanti con questo processo decisionale i voti favorevoli dovranno essere, come minimo, di due terzi dei 36 club.

Si tratta del terzo tentativo di vendere parte dei diritti televisivi tedeschi. L’ultimo è datato maggio 2023, quando però, nonostante l’interesse di diversi soggetti come CVC, Blackstone e Advent, la proposta non trovò il sostegno necessario da parte dei club. Il primo tentativo, anche quello stoppato sul nascere, è stato nel 2021. Ma a cambiare, secondo le indiscrezioni, sarebbe il procedimento di assegnazione. Infatti, questa volta, nel bando sarebbe prevista da parte dei fondi interessati l’indicazione non solo dell’offerta, ma anche della percentuale che vogliono acquistare con un investimento di 1,1 miliardo di dollari. La quota designata in seno alla DFL sarebbe inferiore al 10%.