Causa Juventus-Cristiano Ronaldo: nuova fumata nera sui 19,9 milioni

Ancora nessun accordo tra il club piemontese e l’attaccante portoghese. Previsto un nuovo round, con la Juventus che potrebbe chiamare Nedved a testimoniare.

Causa Juventus Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo (Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images)

C’è una nuova fumata nera per quanto riguarda il contenzioso tra la Juventus e Cristiano Ronaldo sui 19,9 milioni di euro (operazione legata alla cosiddetta seconda manovra stipendi) che il calciatore portoghese – attualmente in forza all’Al-Nassr – reclama dalla società piemontese, ma che secondo la Juventus non gli spettano.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, nella giornata di ieri si è tenuta una nuova udienza del Collegio arbitrale, ma non si è arrivati a nessuna conciliazione nonostante la disponibilità di Cristiano a compiere un passo verso la Juve. Il prossimo round è in programma per fine gennaio (i bianconeri potrebbero chiamare Nedved a testimoniare), verdetto entro aprile.

La Juventus nel bilancio si era dichiarata serena su questo fronte: «All’esito degli approfondimenti compiuti, anche con il supporto dei propri consulenti, la Società ritiene infondate le pretese fatte valere dall’Ex Tesserato sia con la Prima che con la Seconda Domanda e, pertanto, non ha ritenuto necessario accantonare alcun fondo rischi».