Il M5S attacca: «Gravina ha assunto Tajani jr in FIGC per imbullonarsi alla poltrona»

La Federcalcio, nei giorni scorsi, ha assunto il secondogenito del vicepremier e ministro per gli Affari Esteri, dopo aver fatto lo stesso con la figlia di Giorgetti, ministro dell’Economia e delle Finanze.

abodi e gravina
Andrea Abodi e Gabriele Gravina (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Nella giornata di oggi, il ministro per lo Sport e per i Giovani, Andrea Abodi, è intervenuto durante il Question Time alla Camera per affrontare le polemiche relative all’assunzione della figlia di Giancarlo Giorgetti, ministro all’Economia e alle Finanze, e del secondogenito di Antonio Tajani, vice presidente del Consiglio e ministro per gli Affari Esteri.

A incalzare il ministro Abodi sulla questione ci hanno pensato i deputati del Movimento 5 Stelle, fra cui Riccardo Ricciardi che ha dichiarato: «Sicuramente chi ha cognomi determinati non deve avere danni né privilegi. Filippo Tajani, assunto in questo comitato della FIGC. Marta Giorgetti, figlia del ministro dell’Economica e delle Finanze, assunta a casa Italia. Tutti organi indipendenti che non c’entrano con la politica. È un caso, sono tutti bravissimi ed eccezionali. La politica non c’entra niente. Fate dello sport uno dei peggiori poltronifici di questo Paese. È il vostro motto, lo avete rinnovato, è ‘dio, patria e tengo famiglia’. Organizzeremo un Europeo con una persona responsabile di un genocidio contro il popolo curdo, che ha definito Hamas una organizzazione di guerrigilieri per la libertà e non di terroristi. La sua risposta illustra molto il vostro modo di fare: voi non c’entrate niente, sono stati assunti per il loro merito e non il loro cognome».

Gli fa eco anche Carmela Auriemma, deputata sempre del M5S: «Abbiamo visto che il presidente Gravina ha sostituito la pratica del calciomercato con la pratica della famiglia-mercato. Per imbullonarsi alla sua poltrona ha penato di assumere Filippo Tajani. Se fossimo in un Paese penseremmo a un caso di omonimia e invece siamo in Italia e si tratta del figlio del vicepremier. Capisco che a qualcuno può far sorridere ma c’è poco da sorridere, in Italia chi non è figlio di qualcuno è costretto a inviare centinaia di curriculum. Capiamo tutto ma è assurdo che allo stesso tempo il figlio del vicepremier venga assunto prima che si costituisca il comitato per l’organizzazione degli Europei 2032. Chiediamo al ministro se conosce le competenze del giovane Tajani».