Il Comune di Milano farà ricorso al TAR contro il vincolo su San Siro

La decisione del Comune: ricorso al TAR contro la decisione di porre un vincolo sul secondo anello del Meazza.

Progetto WeBuild San Siro
Stadio San Siro (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Comune di Milano ha reso noto che presenterà un ricorso al TAR contro la decisione della Soprintendenza di porre un vincolo sul secondo anello di San Siro, che di fatto mette al momento la parola fine all’ipotesi ristrutturazione del Meazza. Dopo le parole del sindaco Giuseppe Sala dei giorni scorsi, oggi il Comune ha ufficializzato la decisione.

“L’Amministrazione comunale presenterà ricorso davanti al TAR per la Lombardia-Milano per ottenere l’annullamento del parere positivo della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano, formulato il 26 luglio 2023, nonché del parere positivo della Commissione regionale per il patrimonio culturale della Lombardia, del 27 luglio scorso, relativi alla sussistenza dell’interesse culturale per il secondo anello dello Stadio di San Siro, ex art. 10 e 12 del D.Lgs. 42/04”, si legge nella nota.

“Il ricorso riguarda anche la dichiarazione della Soprintendenza archivistica e bibliografica per la Lombardia del 27 luglio scorso, che qualifica la tribuna ovest dello Stadio come archivio esposto. La decisione è stata assunta con una delibera nel corso della odierna seduta di Giunta”, prosegue il Comune.

“La valutazione sulla sussistenza dell’interesse culturale del secondo anello dello Stadio era stata richiesta in via anticipata dal Comune di Milano lo scorso 18 maggio. La valutazione definitiva sarà possibile solo una volta raggiunto il requisito della vetustà del bene (70 anni), nel 2025”, conclude la nota.