Fagioli già interrogato dalla Procura FIGC: indagine in chiusura

Il calciatore della Juventus al centro di una indagine della Procura di Torino per scommesse su piattaforme illegali.

Quando torna Fagioli
Nicolò Fagioli (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Nicolò Fagioli, 22enne centrocampista della Juventus indagato dalla Procura della Repubblica di Torino per aver scommesso su piattaforme online illegali, è già stato ascoltato dalla procura federale della Figc.

Come riportato dall’Ansa, l’ufficio guidato da Giuseppe Chinè aveva infatti ricevuto la segnalazione dal magistrato che conduce l’inchiesta e aperto a sua volta un fascicolo a carico del calciatore. L’indagine della giustizia sportiva, a quanto si apprende, è in dirittura di arrivo.

L’indagine federale nasce da quella della Procura di Torino sul centrocampista bianconero per “aver scommesso su piattaforme illegali”. Il calciatore, secondo la Procura di Torino, avrebbe avuto accesso a delle piattaforme di scommesse online e i suoi movimenti sono finiti in un’indagine su un giro di scommesse su piattaforme online senza licenza.

Su cosa avrebbe scommesso? Si tratta di questioni ancora al vaglio degli inquirenti, anche se giocare d’azzardo non è un reato ma lo è farlo su piattaforme illegali: solitamente si tratta di una contravvenzione che si risolve con un’oblazione, che estingue il reato.