Colombia shock, il presidente del Tigres ucciso a colpi di pistola

Il numero 1 del club stava tornando in auto nella sua abitazione dopo la sconfitta casalinga con l’Atletico FC, quando due uomini, in moto, hanno fatto fuoco e l’hanno ucciso.

Presidente Tigres ucciso

Ucciso a colpi di pistola davanti alla figlia, che fortunatamente è rimasta illesa. E’ stata questa la tragica fine di Edgar Paez, 63 anni, presidente del Tigres FC, squadra che milita nel campionato colombiano di seconda divisione.

Secondo la stampa locale il numero 1 del club stava tornando in auto nella sua abitazione dopo la sconfitta casalinga con l’Atletico FC, quando due uomini, in moto, hanno fatto fuoco e l’hanno ucciso. Saranno le indagini a stabilire i motivi dell’omicidio. Ad annunciare la scomparsa del presidente, i dirigenti del club che si definiscono «devastati» per l’accaduto.

«Il suo impegno per la squadra e la sua totale dedizione allo sviluppo dello sport nel nostro territorio, hanno lasciato un’impronta in tutti quelli che hanno avuto il privilegio di conoscerlo», ha scritto il Tigres sui propri social e anche la Federcalcio colombiana ha espresso cordoglio e la solidarietà nei confronti della famiglia.