De Siervo: «Pirateria? Ora gli utenti rischiano fino a 5mila euro di multa»

L’amministratore delegato della Lega Serie A ha commentato con soddisfazione l’approvazione del Disegno di Legge contro la pirateria.

Di
Serie A nuova formula
(Photo Nicolò Campo / Insidefoto)

«Siamo soddisfatti, finalmente dopo oltre quattro anni di lavoro è stato compiuto il passo definitivo per l’oscuramento dei siti pirata in tempo reale. Per il nostro mondo l’approvazione dell’impianto in Senato significa realizzare il gol decisivo nell’infinita battaglia contro la pirateria: la chiusura dei segnali illegali durante la trasmissione delle partite».

L’amministratore delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo, ha commentato con grande soddisfazione l’approvazione al Senato del Disegno di Legge anti-pirateria. Una novità che, rispetto a prima, consentirà di bloccare molto più rapidamente la trasmissione pirata delle partite del massimo campionato italiano di calcio.

«Grazie alla piattaforma tecnologica di intervento automatico, che è già pronta e a disposizione dell’Agcom, riusciremo ad individuare e bloccare anche i singoli utenti, che ora rischiano multe fino a 5mila euro, e fino a tre anni di carcere per chi trasmette il segnale illegalmente. Con questa legge, ritenuta una delle più all’avanguardia in Europa, potremo non perdere più il miliardo di euro che ci è stato sottratto negli ultimi tre anni», sottolinea l’AD della Serie A.

De Siervo parla di «una cifra mostruosa che i tifosi, con leggerezza, hanno versato nelle casse di un sistema criminale invece che ai legittimi detentori dei diritti audiovisivi. Ci auguriamo ora che tutte queste pecorelle smarrite, che si erano perse all’interno di circuiti malavitosi, possano ritrovare la retta via scegliendo di guardare il prodotto calcio in modo legale».