Exor lancia Lingotto: due nuove nomine e asset in gestione per 3 miliardi

Due nuove nomine e il via ufficiale alle operazioni per Lingotto, la società di gestione di investimenti controllata dalla holding della famiglia Agnelli-Elkann.

Exor bilancio 2023
John Elkann e il team manageriale di Exor (foto ufficio stampa Exor)

Due nuove nomine e il via ufficiale alle operazioni per Lingotto, la società di gestione di investimenti controllata da Exor, la holding della famiglia Agnelli-Elkann che è azionista di maggioranza tra le altre di Juventus, Ferrari e Stellantis.

In una nota, infatti, Lingotto ha annunciato “due nomine di alto profilo che rafforzano ulteriormente il proprio team e aumentano i servizi offerti. James Anderson entra a far parte di Lingotto portando la sua esperienza specializzata nell’investimento in aziende che presentano un potenziale di innovazione esponenziale in termini di tecnologie e modelli di business”.

“Anderson è stato in precedenza partner di Baillie Gifford, dove il suo approccio di lungo termine e basato sulla ricerca lo ha visto diventare uno dei primi finanziatori di società del calibro di Amazon, ByteDance e Tesla. Ha attivamente gestito quello è diventato il più grande fondo di investimento del Regno Unito, facendo registrare un rendimento pari a 1155% nel periodo tra aprile 2000 e marzo 20223”.

Lingotto inoltre ha annunciato “la nomina di George Osborne a Presidente Non Esecutivo di Lingotto Investment Management (UK) Limited4, un ruolo in cui metterà a frutto la sua vasta esperienza professionale a supporto dello sviluppo della Società, lavorando a stretto contatto con l’Amministratore Delegato di Lingotto, Enrico Vellano”.

“Negli ultimi cinque anni Osborne ha presieduto il Partners’ Council di Exor, una posizione da cui si dimetterà una volta assunto il suo nuovo incarico. È partner della banca d’affari Robey Warshaw ed è stato in precedenza Cancelliere dello Scacchiere del Regno Unito tra il 2010 e il 2016”.

Gli asset under management al 31 marzo 2023 ammontavano a circa 3 miliardi di dollari, che sono stati conferiti da Exor e Covéa, mentre “per il futuro, Lingotto prenderà anche in considerazione di aumentare in modo selettivo gli asset in gestione di terzi”.

Enrico Vellano, Amministratore Delegato di Lingotto, ha commentato: “Mi fa piacere dare il benvenuto a James e George nel nostro team. Essere in grado di attrarre leader della loro qualità ed esperienza testimonia il livello di ambizione di Lingotto e la nostra determinazione a costruire una grande società di gestione di investimenti”.

James Anderson ha dichiarato: “Sono entusiasta di entrare a far parte di Lingotto in questa fase del suo viaggio. È stato difficile resistere all’opportunità di far parte di un progetto imprenditoriale che corrisponde alla mia visione di ciò che significa investire. Il Lingotto riunisce una combinazione molto interessante di autonomia e supporto strutturato, oltre a colleghi di grande calibro, e non vedo l’ora di fare la mia parte per raggiungere il loro scopo”.

George Osborne ha dichiarato: “Sono lieto di entrare a far parte di questo team, che offre qualcosa di nuovo e unico nel settore della gestione degli investimenti. È stato un privilegio presiedere l’Exor Partners’ Council dal 2018 e ora sono pronto a lavorare con il team di Lingotto, dando il mio contributo nel costruire una grande Società”.