Secondary ticketing, l'Inter annulla dei biglietti per il derby di Champions

Il club nerazzurro ha deciso di annullare i tagliandi che i tifosi hanno acquistato al solo fine di rivenderli a prezzo maggiorato.

Inter Milan rivendita biglietti
Tifosi dell'Inter allo stadio (Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Mentre si avvicina il derby d’andata, i tifosi nerazzurri si preparano già alla sfida di ritorno, in programma martedì 16 maggio alle 21:00. Inter-Milan sarà la sfida che decreterà la prima finalista della UEFA Champions League 2022/2023.

L’Inter ha comunicato che «sono quasi esaurite le disponibilità di biglietti per Inter-Milan. Una richiesta senza precedenti nella storia recente del Club, che ha coinvolto inizialmente gli abbonati per la conferma del posto di campionato. Come da consuetudine e come promosso nella campagna abbonamenti, è scattata poi la prevendita abbonati “porta gli amici”: un privilegio studiato dal Club per consentire al pubblico più fedele di far realizzare un sogno nerazzurro: portare i propri familiari o gli amici interisti ad un evento unico».

«Precedenza agli abbonati da almeno 4 stagioni, successivamente gli altri e infine i Soci Inter Club per le ultime disponibilità. Non è stato purtroppo possibile accontentare tutte le richieste, ma si è cercato di trovare quanto meno un metodo meritocratico per assegnare la priorità di acquisto», ha aggiunto il club nerazzurro.

Nella giornata di oggi, a partire dalle 14.30 e fino ad esaurimento, è prevista invece la fase per i titolari di tessera SiamoNoi, sottoscritta entro il 18 aprile. Si potranno acquistare massimo due biglietti a testa, purché tutti gli utilizzatori siano titolari SiamoNoi. Poi, da parte dell’Inter, un monito sul secondary ticketing, «annunci tra privati e siti di compravendita» che «non garantiscono la validità dei tagliandi offerti».

Il club ha spiegato che «i biglietti elettronici, in quanto tali, sono di facile duplicazione ed è probabile subire truffe. Il divieto di cambio del nominativo dell’utilizzatore dei biglietti, acquistati dopo la fase di conferma posto, è stato deciso proprio per contrastare eventuali fenomeni speculativi. I controlli ai Gate di ingresso, inoltre, saranno particolarmente accurati il giorno partita».

«FC Internazionale Milano, pur consapevole che la stragrande maggioranza dei propri tifosi ha acquistato i biglietti per poter assistere all’evento dell’anno, non è rimasta indifferente alla presenza di alcuni annunci di rivendita di biglietti a prezzo maggiorato. Spesso si tratta di truffe, con biglietti PDF rivenduti più volte, ma in ogni caso sono state messe in atto azioni concrete di contrasto alla speculazione (“bagarinaggio”). La rivendita, quando riscontrata, rappresenta una violazione dei termini e condizioni di acquisto», si legge nella nota pubblicata oggi dall’Inter.

Da qui la decisione del club, nei casi riconosciuti come di secondary ticketing, di annullare alcuni dei tagliandi per la sfida. «I biglietti proposti sui siti di annunci e compravendita tra privati saranno annullati e rimborsati. Inoltre, se appurata la rivendita da parte di un abbonato, sarà sospesa la possibilità di rinnovare il proprio posto per la stagione 2023/24 oppure il tesseramento Inter Club, a seconda dei casi».