Finanziamenti agevolati sport
Andrea Abodi (Foto Insidefoto)

Andrea Abodi, ministro per lo sport e per i giovani, attende, come gli stessi avvocati della Juventus, le motivazioni che hanno portato alla penalizzazione di 15 punti ai danni dei bianconeri, sentenza già esecutiva.

«C’è un’esigenza che deve essere soddisfatta – ha spiegato Abodi-, perché spiegare è importante quanto decidere.
Aspetto le motivazioni e chi ha la responsabilità spieghi questa decisione e perché non ne sono state prese altre. Dopo c’è una responsabilità politica di cambiare le regole, nel rispetto dell’autonomia dello sport, perché fenomeni degenerativi vengano limitati. E limitata sia l’interpretazione di questi fatti. Noi vogliamo comunque che lo sport sia trasparente, efficiente, dignitoso e punti alla credibilità e alla reputazione. Quello che sta succedendo non contribuisce a questi obiettivi».

Sulle sue prossime azioni che partono per contrastare questo fenomeno: «È probabile che io debba proporre un intervento per il miglioramento della trasparenza, l’efficienza della giustizia sportiva e dei modelli di gestione dello sport professionistico. Mi auguro comunque che tutto questo non diventi una questione di tifo, diventando quasi una partita di calcio dove le squadre sono contrapposte, poi capisco che i tifosi la vivano così».

IL MIGLIORE INTRATTENIMENTO DI SKY, NETFLIX E OLTRE 200 PRIME VISIONI L’ANNO A SOLI 19,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. SCOPRI LA NUOVA SPECIAL WEEK SKY: CLICCA QUI

PrecedenteGarrone attacca Ferrero: «Il suo obiettivo non è salvare la Sampdoria»
SuccessivoNetflix annuncia: «Stop alla condivisione della password»