(JB Autissier / Panoramic / Insidefoto)

Il conto di investimenti di Usain Bolt sarebbe stato violato da ignoti che avrebbero sottratto diversi milioni all’ex atleta giamaicano.

A rivelarlo è il quotidiano giamaicano The Gleaner con il manager di Bolt, Nugent Walker, che confermato come la Financial Investigations Division e la Financial Services Commission della Giamaica stiano indagando sul caso che coinvolge la società di investimento Stocks and Securities Limited (SSL), di cui Bolt è cliente.

È stato lo stesso Walker ha segnalare un malfunzionamento dell’account personale del recordman dei 100 e 200 metri nella giornata di mercoledì. «Sono stati presi tutti i passi necessari per venire a capo di questo – ha dichiarato il manager di Bolt – con l’intero portafoglio in fase di revisione».

Lo stesso quotidiano giamaicano riporta come un dipendente della stessa società di investimento sia sotto indagine per frode all’azienda, ma resta da chiarire se sia collegato alla faccenda che coinvolge il conto di Bolt.

«Il mio cliente – afferma uno degli avvocati del dipendente che è rimasto anonimo – sta parlando sia con la società SSL che con i loro rappresentati».

Bolt si è ritirato nel 2017 e in quell’anno, secondo la rivista Forbes, avrebbe guadagnato 31 milioni di dollari, classificandosi al 45° posto negli atleti con più introiti di quell’anno grazie a premi e sponsorizzazioni.

TUTTA LA SERIE A TIM, LA UEFA EUROPALEAGUE, LA SERIE BKT E MOLTO ALTRO SPORT. RIATTIVA DAZN, SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

PrecedenteDAZN sospende i piani per la quotazione in Borsa
SuccessivoMancati pagamenti, Piquè “perde” la Coppa Davis