Lo stadio Anfield, casa del Liverpool (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

“Stiamo valutando la cessione del club, ma non c’è urgenza, nessun lasso di tempo per noi, e per quanto mi riguarda, è tutto come al solito”. Così Tom Werner, presidente del Liverpool, ha per la prima volta aperto pubblicamente alla cessione del club inglese. Intervistato dal Boston Globe, il presidente anche di Fenway Sports Group (la società che possiede il Liverpool e in cui ha investito anche RedBird, neoproprietari del Milan) e suo secondo azionista, ha parlato della situazione del club, seppur frenando la cessione da un punto di vista delle tempistiche. “Un risultato di questa situazione potrebbe essere la nostra continua amministrazione per un bel po’ di tempo”.

Sam Kennedy, partner del FSG, ha aggiunto: “C’è stato molto interesse da parte di numerosi potenziali partner che stanno valutando l’investimento nel club”. Due al momento sono le ipotesi sul tavolo: la cessione del club a titolo definitivo e la cessione di una quota ad partner di minoranza. Secondo Kennedy, la situazione potrebbe però essere anche quella di un mix, con un partner inizialmente di minoranza che poi salirà fino ad ottenere il controllo del club. “È l’inizio in termini di esplorazione delle possibilità di possibili investimenti nel Liverpool”, ha aggiunto Kennedy.

Il Fenway Sports Group ha acquistato il Liverpool per 493 milioni di dollari nel 2010. Lo scorso autunno, Forbes ha stimato che la franchigia valesse 4,45 miliardi di dollari, rendendola la 22a franchigia sportiva più preziosa al mondo, superiore anche ai Boston Red Sox di MLB, sempre di proprietà del FSG e al numero 30 in classifica con una valutazione di 3,9 miliardi di dollari.

SCOPRI IL BLACK FRIDAY DI SKY: SKY TV + SKY SPORT A SOLI 30,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. IN OMAGGIO UNA XBOX SERIE S DEL VALORE DI 299 EURO CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA.

PrecedenteUn fondo USA mette nel mirino una quota di minoranza del PSG
SuccessivoCapienza ridotta e soluzioni alternative: gli stadi dei Mondiali