“C’è un percorso da fare, con buona probabilità il nuovo stadio si farà”. Lo ha detto oggi il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dialogando con gli studenti ospiti della Fondazione Collegio delle Università Milanesi.

“Stiamo procedendo con il dibattito pubblico che finirà il 18 novembre, alla fine il Comune deve accettare o rigettare le osservazioni. Per rientrare nell’investimento le squadre devono fare commerciale, uffici, che ci sta ma nel rispetto delle regole. Se dovessi tenere San Siro è chiaro che andrebbero da un’altra parte, in questo senso diventa necessario abbattere San Siro. Con il nuovo stadio credo si procederà”.

Il sindaco Giuseppe Sala ha infatti spiegato che Inter e Milan per rientrare dall’investimento sulla realizzazione del nuovo stadio dovranno realizzare, oltre alla nuova struttura, anche spazi commerciali, uffici, una zona dedicata allo sport.

“Ma un altro dei vincoli del Pgt”, il Piano del governo del territorio della città di Milano, “è non solo quanto puoi costruire ma anche quanto verde lasciare. Se dovessi tenere San Siro è chiaro che le nuove costruzioni andrebbero a prendere un’altra parte e porterebbero via del verde. La zona dove c’è San Siro per i club è vista infatti come una parte del loro sviluppo, quindi in questo senso diventa necessario abbattere San Siro“.

Il processo comunque “è nelle fasi finali con il dibattito pubblico e dopo questo la giunta dovrà esprimersi ma io vedo un positività – ha concluso – in questo percorso. Le squadre inizieranno a fare il progetto esecutivo che andrà in aula del Consiglio comunale. Ci vorranno anni per questo tanto che l’inaugurazione dei Giochi olimpici di Milano-Cortina del 2026 si terrà a San Siro“.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteEleven Sports lancia gli Eleven Days: abbonamento scontato fino al 13 novembre
SuccessivoLe cifre ufficiali della plusvalenza su Casa Milan