Sky diritti Serie A

«Sky investe in Italia 1,2 miliardi all’anno fra contenuti e diritti». E concentrando il ragionamento solo sui contenuti originali «i 260 milioni messi in campo nell’ultimo anno rappresentano il 30 per cento in più rispetto a tre anni fa», ai tempi del pre Covid.

Lo dice Andrea Duilio, ceo di Sky Italia da settembre dello scorso anno, che in un’intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore ha risposto così quando gli si è chiesto cosa Sky rappresenti oggi in Italia. «Siamo stati media company per molti anni e ora abbiamo cambiato pelle. Siamo una tech media company, con un rapporto molto più “rotondo” con i clienti».

Ora Sky ha deciso di puntare sul nuovo prodotto Sky Glass e sull’utilizzo del wifi come sostitutivo della parabola. «Sky offre servizi in streaming da oltre dieci anni. E abbiamo implementato le migliori tecnologie per garantire una visione di qualità a tutti i nostri clienti. Trattiamo da sempre materiale live e non abbiamo mai avuto problemi grazie agli investimenti fatti», ha detto Duilio.

Sky Glass può essere la chiave per far aumentare il numero degli abbonati: «Io penso proprio di sì. L’ho definita “la Tv che mancava”. È una piattaforma che aggrega le app disponibili, ma offre anche l’integrazione completa di tutti contenuti: dai canali in chiaro di Rai, Mediaset, La7 a quelli dei player come Netflix, Prime Video, Disney+, Rai Play, DAZN, Discovery+, You Tube, oltre ovviamente a quelli dell’offerta Sky. E per fare questo abbiamo chiuso una serie di accordi con ognuno di loro».

Capitolo Sky e Serie A, Duilio ha parlato della situazione senza i diritti del massimo campionato italiano: «Ho sempre ammirato Sky come cliente e devo dire che non ho mai avuto percezione di una situazione ingestibile. Invece quel che vedo è un lavoro fatto da una squadra di manager molto forte che ha permesso a Sky di cambiare pelle e di raggiungere un risultato storico: il livello di churn (tasso di abbandono) più basso di sempre. Non siamo più solo una media company ma una tech media company».

Non è detto, però, che i clienti si debbano abituare a Sky senza Serie A: «Verificheremo le opportunità nel prossimo bando. Intanto abbiamo investito nella Serie B, nei campionati delle principali leghe, nelle coppe europee. Abbiamo poi un’offerta sportiva che va dalla Formula 1, alla Moto Gp, tennis, basket, volley e tante altre discipline».

SCOPRI SKYGLASS, MOLTO PIU’ DI UNA TV. A PARTIRE DA 11,90 EURO AL MESE: CLICCA QUI PER TUTTI I DETTAGLI

PrecedentePremier: stop replay in FA Cup e rivoluzione Coppa di Lega
SuccessivoL’Inter sigla una nuova partnership con LeoVegas.News