Inter addio Digitalbits
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Terminato il Mondiale in Qatar e alla ripresa della Serie A il marchio Digitalbits non sarà più sulle maglie dell’Inter. Lo riporta Il Corriere dello Sport, spiegando che questo sarà il destino della partnership a meno che la società non smetta di essere inadempiente e paghi la rata estiva (saltata) e quella del mese di ottobre.

Dato che questa eventualità viene considerata utopistica all’interno del club, da tempo è scattata la ricerca di un altro main sponsor, operazione che solitamente necessita di tempi più lunghi, ma che in questo caso dovrà essere portata a termine nello spazio di 2-3 mesi.

Tra i sondaggi effettuati ci sarebbero 3-4 opportunità interessanti, ma ufficialmente non c’è nessuna fumata bianca dietro l’angolo. C’è però la speranza – a inizio 2023 – di avere un nuovo marchio sulla divisa da gioco, magari con un accordo pluriennale, altrimenti potrebbero essere adottate due diverse soluzioni per il prossimo futuro.

La prima sarebbe quella di giocare senza main sponsor, mentre la seconda sarebbe quella di mettere sulla divisa da gioco un marchio di un’associazione che opera a scopo benefico, come aveva fatto ad esempio il Barcellona con Unicef. Inoltre, non appena sarà revocato l’accordo con Digitalbits, l’Inter entrerà nel novero dei club che lavorano con OneFootball e Sorare per gli NFT.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteTorino Sassuolo in streaming gratis? Guarda la partita in diretta
SuccessivoAllegri: «Quando parlano di esonero, mi diverto»