Barcellona
(Photo by David Ramos/Getty Images)

Liga tetto salariale 2022 2023 – La Liga ha annunciato oggi – venerdì 9 settembre – lo Sports Squad Cost Limit (LCPD), ovvero il tetto salariale complessivo per i club del massimo campionato spagnolo e della Liga Smartbank.

Il Real Madrid continua ad essere la squadra con il limite di stipendio più alto della Liga (683 milioni), in calo rispetto ai 739,1 milioni di euro dello scorso anno. I Blancos sono seguiti dai rivali del Barcellona, ​​che passa da un limite di -144 milioni nello scorso mercato invernale ad averne 656 milioni. La squadra azulgrana ha riassestato il proprio limite salariale dopo un’estate segnata dall’attivazione di diverse leve finanziarie. Il terzo posto va all’Atlético. I Colchoneros passano da 161 milioni a 341 milioni e recuperano la posizione sul podio ai danni del Siviglia. Il club andaluso dal canto suo, resta a quota 199. Elche e Girona, entrambe con un tetto salariale di poco inferiore ai 43 milioni di euro, sono le due squadre con il limite più basso.

Liga tetto salariale 2022 2023 – Come si calcola

Per calcolare lo Sports Squad Cost Limit (LCPD) si tiene conto degli incassi preventivati ​​di ciascuna società (ricavi da abbonamenti, botteghino, contratti commerciali, diritti televisivi, cessioni calciatori, previsioni di dove arriverà in Champions…) a cui vengono sottratte le spese extra sportive preventivate, il pagamento dei debiti e delle perdite che riporta dalla stagione precedente. Il risultato di questa operazione è lo Sport Squad Cost Limit, quello che il club può spendere per la sua rosa.

Un club può anche aumentare il proprio limite salariale con un aumento di capitale. Solo l’80%, il 65% o il 50% di questo aumento può essere utilizzato per i trasferimenti, a seconda della situazione finanziaria di ogni club, e non più del 25% del fatturato può essere esteso.

Liga tetto salariale 2022 2023 – Gli aiuti per il COVID

La Liga consente ai club di distribuire le perdite attribuite al COVID nelle prossime cinque stagioni, in modo che non debbano sopportare tutto il peso nella stessa stagione sportiva. Per il 2022/23 dovranno affrontare il 15% di tali perdite, tra il 2023 ed il 2025 il 20% per singola stagione e tra il 2025/26 e il 2026/27 il 22,5% a campionato. I club che si avvarranno di questo provvedimento non potranno superare il tetto salariale che avevano nella stagione 19/20, in cui è scoppiata la pandemia.

Liga tetto salariale 2022 2023 – Il limite per ogni squadra

  • Real Madrid: 739 milioni di euro
  • Barcellona: 656 milioni di euro
  • Atlético Madird: 341 milioni di euro
  • Siviglia: 200 milioni di euro
  • Villarreal: 151 milioni di euro
  • Real Sociedad: 134 milioni di euro
  • Athletic Bilbao: 127 milioni di euro
  • Real Betis: 97 milioni di euro
  • Valencia: 76 milioni di euro
  • Espanyol: 73 milioni di euro
  • Getafe: 69 milioni di euro
  • Celta Vigo: 64 milioni di euro
  • Osasuna: 52 milioni di euro
  • Almeria: 51 milioni di euro
  • Rayo Vallecano: 50 milioni di euro
  • Mallorca: 50 milioni di euro
  • Valladolid: 47 milioni di euro
  • Cadiz: 46 milioni di euro
  • Girona: 43 milioni di euro
  • Elche: 43 milioni di euro

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteRangers: «In contatto con UEFA, per ora col Napoli si giocherà»
SuccessivoJuve, spettacoli di luce e musica allo Stadium per la gara contro la Salernitana