Hamit Altintop (Photo by OZAN KOSE/AFP via Getty Images)

Cinque proiettili sono stati sparati nella serata di ieri contro il palazzo della Federcalcio turca durante una riunione, nella quale erano presenti il presidente Mehmet Buyukeksi e l’ex stella di Bayern Monaco e Real Madrid Hamit Altintop, quest’ultimo letteralmente sfiorato da un proiettile. Alla fine nessun ferito.

I due responsabili sono stati individuati poco dopo dalla polizia ed arrestati mentre erano in fuga, ubriachi e convinti di aver colpito quello che è considerato uno dei più grandi calciatori turchi di sempre, sebbene nato in Germania, oggi alto dirigente della Federazione calcistica turca.

«Non ci sono feriti e io non sono stato colpito per puro caso e fortuna, ora mi aspetto che gli autori del gesto paghino per quanto hanno fatto», ha detto Altintop.

Sul fatto è intervenuto anche il presidente della Federcalcio Mehmet Buyukeksi, che ha lanciato un appello a tutte le componenti del calcio «ad abbandonare fanatismi e rancori verso arbitri e federazione» ed ha ricordato che il calcio e lo sport «hanno come primo obiettivo quello di unire».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteJuve, saldo e impatto a bilancio del mercato 2022
SuccessivoMilan, 41.500 abbonati: lista d’attesa per il 23/24