Milan Inter spettatori
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Una sfida planetaria: è il Derby Milan-Inter che andrà in scena sabato alle ore 18.00, stracittadina numero 232. San Siro sarà esaurito in ogni ordine di posto, con oltre 75.000 tifosi attesi. Boom di vendite anche per lo speciale “Club 1899”, l’esperienza Premium VIP in area hospitality rivolta ai tifosi, che registra anch’essa il tutto esaurito.

Dall’Indonesia al Giappone, da Trinidad e Tobago al Brasile, fino ad arrivare in Cina, Australia e Canada: saranno più di 150 i Paesi collegati per il match che verrà inquadrato da oltre 20 telecamere. Inoltre, saranno presenti nel camera plan anche un drone, per far vivere dal cielo tutte le emozioni del pre-partita, tra cui l’attesissimo arrivo pullman della squadra e la Spider Cam, una speciale telecamera che inquadra il campo, “volando” sopra lo stadio, permettendo così ai telespettatori di immergersi nel gioco con una visuale mozzafiato.

Milan Inter spettatori – Oltre 10mila tifosi dall’estero

Anche la tribuna stampa è gremita, con oltre 150 giornalisti accreditati e 29 fotografi di diverse nazionalità. L’attrazione globale del match si riflette anche sulla nazionalità e multiculturalità dei fan che hanno acquistato un tagliando valido: degli oltre 75.000 futuri presenti, più di 10.000 provengono dall’estero, con circa 145 nazionalità differenti rappresentate.

Sabato andrà in scena una sfida non solo sportiva: di fronte due brand capaci di catalizzare l’attenzione internazionale. In particolare, grazie ai risultati sul campo da una parte e le attività commerciali e consumer engagement dall’altra, il Milan ha consolidato un forte e rinnovato appeal globale. Un risultato testimoniato da recenti studi condotti da autorevoli istituti di ricerca come YouGov e Brand Finance che inseriscono il Milan tra i brand calcistici più seguiti al mondo e con la più rapida crescita nel recente passato.

GUARDA MILAN-INTER IN ESCLUSIVA SU DAZN. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteInter-Acerbi: l’impatto dell’affare a bilancio
SuccessivoLa Lega Serie A lancia i nuovi account in giapponese e portoghese