Serie A indice liquidità
Il logo della Serie A Tim (Photo by VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Tim dopo aver alzato le stime 2022 per l’ebitda potrebbe, a cascata, migliorare anche quelle a medio termine ma l’ad Pietro Labriola preferisce restare prudente. “Manteniamo una posizione e un approccio conservativo anche se positivo: le migliori guidance 2022 dovrebbero metterci in condizioni migliori ma il contesto macroeconomico, tra inflazione e guerra, ci lascia con un approccio più tranquillo. Attendiamo il nuovo piano per tutte queste valutazioni”, ha detto il manager agli analisti. “In passato spesso abbiamo mancato la guidance, ora invece con i risultati del secondo trimestre siamo sulla buona strada o addirittura in anticipo rispetto agli obiettivi”.

“L’upgrade della guidance” che Tim ha indicato per il 2022 “non considera il miglioramento relativo ai costi” in merito al contratto con Dazn, con cui sono state raggiunte nuove intese, ha aggiunto Labriola.

Sul tema dell’accordo con Dazn, l’ad di Tim ha poi aggiunto, senza entrare nello specifico del risparmio dallo stop all’esclusiva con la piattaforma OTT: “Abbiamo siglato un accordo che ci mette in una modalità stop loss e quindi nella condizione di seguire le cose senza il rischio di peggioramenti”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteCaso Barça, il Leeds non si fida: clausola su Raphinha
SuccessivoSerie C, definiti i tre gironi per la stagione 2022/23