Vodafone fusioni Italia
Il logo di Vodafone (Image credit: Depositphotos)

«Stiamo procedendo attraverso i quattro mercati che abbiamo identificato». Così ha parlato nella giornata di ieri il CEO di Vodafone Nick Read, con riferimento alle opzioni di consolidamento in Italia, Spagna, Portogallo e Regno Unito.

Dopo il blitz di Iliad per Vodafone Italia respinto repentinamente, per il gruppo si pensava in prima battuta a un possibile consolidamento sul mercato spagnolo. Qui però ad arrivare a un accordo vincolante sono state Orange e Masmovil, per un’intesa basata su un valore di transazione di 18,6 miliardi di euro.

L’accordo – spiega Il Sole 24 Ore – fa seguito a trattative esclusive iniziate a marzo e dovrebbe assumere la forma di una joint venture 50-50 co-controllata, con uguali diritti di governance nell’entità combinata. C’è anche spazio per l’attivazione di una Ipo con un’opzione per Orange di assumere il controllo dell’entità combinata. Ora si guarderà alla reazione dell’Antitrust Ue su questa unione.

Passare da quattro a tre operatori mobili, per esempio, non fu possibile neanche in Italia dove all’unione fra Wind e 3 Italia è dovuto seguire l’ingresso di Iliad. Spettatrice interessata, quindi, è una Vodafone che a livello di gruppo ha registrato nel primo trimestre terminato il 30 giugno ricavi totali in aumento dell’1,6% (+2,7% a livello organico) a 11,278 miliardi.

In Italia il trimestre si è chiuso al 30 giugno 2022 con ricavi da servizi a 1,052 miliardi, in calo del 2,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La performance del trimestre, spiega una nota, «risulta influenzata in particolare dalla perdurante intensità competitiva nel segmento mobile». I ricavi da servizi di rete fissa crescono invece del 4,2%, pari a 307 milioni di euro con 3 milioni di clienti in banda larga. Crescita anche per il second brand ho. Mobile che ha raggiunto 2,9 milioni di clienti.

GODITI L’ESTATE CON TIMVISION: DAZN CON TUTTA LA SERIE A TIM E INFINITY+ CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE FINO AL 31/08 TE LI OFFRE TIM, POI 19,99€/MESE PER 12 MESI. ATTIVA ORA E INIZI A PAGARE DA SETTEMBRE!

PrecedenteGravina: «Troppo caldo? Serie A al via il 13 agosto senza discussioni»
SuccessivoSorare-Serie A, accordo da 10 milioni di euro