Stellantis nuovo partner Cina
(foto: Stellantis)

La National Highway Traffic Safety Administration (l’agenzia per la sicurezza automibilistica negli USA) ha aperto una indagine su oltre 1,65 milioni di veicoli Jeep, Dodge e Chrysler del gruppo Stellantis, insieme ad un’indagine anche su veicoli di Ford e General Maotos, per problemi legati al sistema frenante e non solo.

In particolare, la principale indagine è relativa a 1,34 milioni di veicoli Jeep Cherokee dei modelli tra gli anni 2014-2020 perché le perdite d’acqua possono far sì che il freno di stazionamento elettronico “si attivi e fermi inavvertitamente il veicolo mentre è in movimento”. La NHTSA ha affermato che il problema può causare lo stallo, bloccando i veicoli. La società ha emesso un bollettino del 2016 in cui istruiva i rivenditori sulla sostituzione dei moduli e sull’ispezione del connettore elettrico per la presenza di ruggine.

Inoltre la NHTSA sta anche indagando su 21.348 veicoli ibridi plug-in Chrysler Pacifica dell’anno modello 2019-2021 dopo aver ricevuto 40 reclami per presunti incidenti di stallo/perdita di forza motrice potenzialmente dovuti a malfunzionamento della trasmissione.

Infine, la NHTSA ha aperto una richiesta di richiamo su circa 290.000 veicoli Dodge Journey, Jeep Compass e Jeep Patriot dell’anno modello 2016 perché un sensore dell’albero motore o dell’albero a camme potrebbe funzionare in modo intermittente, causando eventualmente lo stallo. Stellantis ha commentato dicendo di stare collaborando con l’autorità.

Tra gli altri brand automobilistici, l’agenzia ha avviato un’indagine preliminare su 25.538 SUV Ford Bronco del 2021, così come ha avviato un’indagine preliminare su 190.000 veicoli 2020-2021 MY Cadillac XT5, XT6 e GMC Acadia.

GODITI L’ESTATE CON TIMVISION: DAZN CON TUTTA LA SERIE A TIM E INFINITY+ CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE FINO AL 31/08 TE LI OFFRE TIM, POI 19,99€/MESE PER 12 MESI. ATTIVA ORA E INIZI A PAGARE DA SETTEMBRE!

PrecedenteQatar 2022, 24 Nazionali in ritiro nel raggio di 10 km
SuccessivoAtalanta, test a sorpresa: Palomino positivo al doping