Italia classifica M&A
(Gerry Cardinale, fondatore di RedBird Capital)

Il passaggio di proprietà del Milan a Redbird Capital Partners per 1,2 miliardi di euro e quello di Biofarma (integratori alimentari) ai francesi di Ardian per 1,1 miliardi. Sono soltanto due delle grandi operazioni che hanno consentito all’Italia di raggiungere la vetta nell’Unione europea per operazioni di M&A (Mergers and Acquisitions).

Lo rivela Repubblica – Affari&Finanza, spiegando che si tratta di un risultato mai raggiunto in precedenza, che dimostra la grande attenzione degli investitori per il nostro Paese. Secondo una ricerca realizzata dallo studio legale Allen & Overy, nella prima metà di quest’ anno nel mondo sono state annunciate operazioni di M&A per 2.166 miliardi di dollari, in calo del 21% rispetto al primo semestre del 2021.

In questo scenario l’Italia ha fatto registrare operazioni per 81 miliardi di dollari (+180% rispetto al primo semestre 2021), che valgono il primato nell’Ue e il secondo posto del Vecchio Continente dopo la Gran Bretagna, a quota 128 miliardi. Tra i deal italiani di maggior valore, oltre a quelli già citati, c’è anche l’Opa da 12,7 miliardi di euro su Atlantia da parte di Schemaquarantatre, società veicolo del fondo Blackstone e della holding dei Benetton, Edizione, finalizzata a delistare la società.

Inoltre vanno segnalati il trasferimento attività On-Highway di Cnh Industrial Nv a Iveco Group Nv, parte delle operazioni di scissione di Iveco da Cnh; l’acquisizione di un portafoglio di 68 immobili di Fondazione Enpam da parte di Apollo Global Management; il passaggio della maggioranza di Affidea (diagnostica per immagini) al Groupe Bruxelles Lambert.

GODITI L’ESTATE CON TIMVISION: DAZN CON TUTTA LA SERIE A TIM E INFINITY+ CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE FINO AL 31/08 TE LI OFFRE TIM, POI 19,99€/MESE PER 12 MESI. ATTIVA ORA E INIZI A PAGARE DA SETTEMBRE!

PrecedenteNon solo Superlega: nuova causa contro la legalità dell’UEFA
SuccessivoSorare diventa un nuovo Premium Partner del Milan