Sorare Serie A cifre
Il pallone della Serie A 2022/23

Rds è in pole position per realizzare il progetto di Radio Serie A. Lo scrive MF-Milano Finanza, spiegando che in autunno la Serie A pubblicherà un bando per selezionare un partner tecnologico e commerciale. Alla gara dovrebbero partecipare più operatori fra cui Rai, Rtl e appunto Rds. Quest’ultima sarebbe favorita e ha già presentato alla Serie A un progetto articolato.

Oltre ad occuparsi degli aspetti tecnici, il gruppo fondato da Edoardo Montefusco ha abbozzato anche una proposta di palinsesto che potrebbe includere la rassegna stampa, momenti di microfono aperto e una fascia dedicata alla celebre Bobo Tv, il programma dell’ex attaccante Christian Vieri. Alle trasmissioni dovrebbero poi partecipare calciatori, ex arbitri e celebrità.

Niente cronache delle partite invece, almeno fino al 2024, dato che i diritti erano stati rilevati dalla Rai. I costi di sviluppo e comunicazione si attesterebbero intorno ai 3 milioni, da coprire con l’investimento degli sponsor. Oltre tale soglia, vigerebbe un meccanismo di condivisione dei ricavi fra Rds e Lega.

In prospettiva, l’emittente milanese potrebbe addirittura sviluppare una radio per ogni club del campionato e anche un canale tv, magari da integrare in un ipotetico metaverso. Quel che appare certo, comunque, è che da qui a settembre altri concorrenti si faranno avanti per produrre Radio Serie A, iniziativa che rientra in un più ampio piano della Lega per aumentare i ricavi del calcio italiano.

GODITI L’ESTATE CON TIMVISION: DAZN CON TUTTA LA SERIE A TIM E INFINITY+ CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE FINO AL 31/08 TE LI OFFRE TIM, POI 19,99€/MESE PER 12 MESI. ATTIVA ORA E INIZI A PAGARE DA SETTEMBRE!

PrecedenteSan Siro, nuovi documenti da Inter e Milan al Comune
SuccessivoRoma, spunta Adidas come nuovo sponsor tecnico