San Siro nuovo progetto
Il progetto di Populous per il nuovo San Siro

Giornata di ballottaggio per il prossimo sindaco di Sesto San Giovanni, in una sfida che viene tenuta sotto attenzione anche in chiave calcistica. A sfidarsi il sindaco uscente Roberto Di Stefano, candidato con il centrodestra e che ha sfiorato la rielezione al primo turno fermandosi al 48,9%, e il candidato del centrosinistra Michele Foggetta: in ballo c’è anche la partita del nuovo stadio per Milan e Inter. Si voterà dalle 7.00 alle 23.00, dopo il successo al primo turno di Di Stefano.

Nei giorni scorsi, i due candidati si sono confrontati sul tema stadio in un’intervista al Corriere della Sera. A cominciare da Di Stefano, che sul progetto spiega: “Stiamo già ragionando con la Regione sulla futura viabilità. Oltre a realizzare lo svincolo stradale vogliamo disegnare un nuovo percorso per la metrotranvia nord: dovrà deviare verso Sesto, passando dalle aree Falck e quindi dal futuro stadio. Il tempo che presentino il progetto e per noi di fare la variante in Consiglio. A quel punto ci vorrebbero 18 mesi”.

Sicuramente meno convinto è invece l’altro candidato, Michele Foggetta, che ha ben chiare quelle che sono le priorità per Sesto San Giovanni: “Una città ecologica e sostenibile, che torni ad essere inclusiva e che rimetta al centro il lavoro”. Sulla questione stadio, Foggetta è molto più freddo rispetto a Di Stefano: “Non siamo né a favore né contro. Abbiamo delle perplessità e chiediamo di valutare il progetto, ma non abbiamo certo paura di sederci al tavolo. Da tifoso milanista poi vorrei anche io che la mia squadra avesse un suo impianto”.

“Resta in piedi l’ipotesi Sesto perché come ho detto più volte, per noi il tempo è fondamentale. Il primo che ci dà la possibilità di procedere, noi procediamo”, ha commentato nei giorni scorsi il presidente del Milan Paolo Scaroni. “Sesto San Giovanni? Inter e Milan sono sempre state allineate e lo sono tuttora. L’alternativa Sesto tiene dentro anche noi, lo sa anche il sindaco Sala. Se i rossoneri dovessero decidere di andare avanti da soli? Non credo avvenga. Ma nel caso troveremmo una soluzione. Perché no, magari anche a San Siro da soli, ma chiaramente con presupposti diversi dagli attuali”, ha detto l’amministratore delegato dell’Inter Alessandro Antonello.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29.99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLecce Inter: data, orario e dove vedere la partita in tv e streaming
SuccessivoMessi non basta: PSG verso ricavi ma anche rosso record