DAZN nuovi prezzi 2022 2023
(Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images)

DAZN è al lavoro per le novità da introdurre in vista della prossima stagione, quando interverranno dei cambiamenti inevitabili alla luce delle modifiche degli accordi con TIM per la Serie A e delle potenziali novità – anticipate nei mesi passati – sulla cosiddetta “concurrency”, la visione degli eventi sportivi in contemporanea su due dispositivi con un unico abbonamento.

Il Sunday Times – edizione domenicale dell’autorevole quotidiano inglese The Times – ha svelato alcune indicazioni importanti a proposito delle strategie che la piattaforma di sport in streaming sarebbe intenzionata a portare avanti in vista delle nuove stagioni sportive nei suoi mercati chiave, tra i quali c’è anche l’Italia. Qui, fino al 2023/24, a meno di colpi di scena DAZN sarà il player principale della Serie A.

Per contrastare la perdita di abbonati, la piattaforma di sport in streaming sarebbe intenzionata a introdurre nuove formule di abbonamento con prezzi su livelli differenti. Questo significa che ci sarà la possibilità di sottoscrivere un’offerta scegliendo opzioni con un numero inferiore di sport dal vivo a prezzi più convenienti.

Se così fosse, il cliente potrebbe abbonarsi per vedere quello che più gli interessa, senza avere accesso a tutti gli eventi ma pagando meno per contenuti più mirati. Si tratta al momento di indiscrezioni, anche se di nuove formule di abbonamento a DAZN aveva già parlato nel recente passato Veronica Diquattro (Executive Vice President Southern Europe della società), seppur con riferimento alle sottoscrizioni per famiglie o per uso individuale.

Resta da capire nel dettaglio in cosa si sostanzieranno queste offerte, passando prima – e inevitabilmente – da una revisione degli accordi con TIM per la Serie A, prodotto di punta della piattaforma. Sullo sfondo rimangono le potenziali partnership con altri broadcaster, quali Amazon e Sky, che potrebbero intervenire una volta definita la nuova strategia.

ABBONATI A DAZN. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteNardella: «Il nuovo Franchi porterà 25 milioni di ricavi all’anno»
SuccessivoChi è Marco Rossi, il Ct dell’Ungheria ex compagno di Mancini