DAZN nuovo programma
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

«L’obiettivo, in futuro, è quello di introdurre diverse modalità di abbonamento per le famiglie o per un utilizzo individuale». Così Veronica Diquattro, Chief Revenue Officer Europe di DAZN, illustra il piano per la prossima stagione ai microfoni di Wired.

L’idea prevede più formule di abbonamento, che diano la possibilità di utilizzo in contemporanea dello stesso contenuto su più schermi, possibilità ora ridotta a due dispositivi per abbonamento e al centro di polemiche per via della volontà dell’azienda di eliminarla.

La regola attuale, sottolinea Diquattro, «è tollerata anche se non in linea con i nostri termini di servizio», ha precisato Diquattro, «che definiscono l’uso del servizio come individuale e non cedibile all’interno dell’ambiente domestico».

La questione della doppia utenza risulta un tema delicato, alla luce delle conseguenze per il commercio dei dati e delle credenziali su internet, che alimenta un cospicuo mercato nero. Tale problematica non riguarda solo DAZN ma anche altre piattaforme streaming, che di recente hanno sollevato il medesimo problema.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi