Spezia Napoli arresti
(Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images)

Sono cinque le persone arrestate in flagranza differita, a seguito degli scontri che hanno visto protagonisti i tifosi durante il match tra Spezia e Napoli. La sfida era stata sospesa per circa un quarto d’ora a causa di intemperanze sugli spalti tra i sostenitori delle due squadre.

In particolare, la Digos della Questura di La Spezia ha arrestato quattro ultras liguri. I reati contestati sono rissa, lesioni, possesso di oggetti atti ad offendere e lo scavalcamento della recinzione del terreno che ha determinato l’interruzione della gara.

I quattro avrebbero partecipato al tentativo di invasione di campo dalla Curva Ferrovia, contestuale a quella dei tifosi ospiti dal loro settore, e successivamente al tentativo di contatto con i napoletani dopo la partita. Nella mattinata di domani è prevista la convalida.

Stessa sorte anche per uno dei tifosi napoletani che hanno invaso il settore dello stadio occupato dai supporter dello Spezia durante il primo tempo. Si tratta di un 51enne del quartiere Vomero con precedenti penali. Le forze dell’ordine stanno concentrando l’attenzione sul gruppo ultras dei Fedayn tra i cui componenti ci sarebbero i protagonisti degli scavalcamenti e degli scontri nel post partita.

Il 51enne è stato individuato e arrestato al termine di attività investigative della Digos di Napoli. Anche per lui, nei prossimi giorni è prevista l’udienza di convalida dell’arresto, a Napoli, e, successivamente il processo in Liguria. Gli viene contestato dagli investigatori lo scavalcamento e l’utilizzo di oggetti atti ad offendere e, soprattutto, di avere causato con le sue azioni la sospensione del match.

GUARDA LA FINALE DI CONFERENCE LEAGUE ROMA-FEYENOORD SU DAZN. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteRocchi: «Il Var in Serie A ha ridotto gli errori dell’86%»
SuccessivoLa Juve è il brand calcistico che vale di più in Italia