Etisalat ingresso Vodafone
Il logo di Vodafone (Image credit: Depositphotos)

Nella giornata di ieri, Vodafone ha affermato di star lavorando a diversi accordi “in tempo reale” nel settore europeo e in particolare in Italia, avvertendo che l’inflazione sarebbe stata un freno alla performance quest’anno. L’operatore di telefonia mobile ha subito pressioni da parte degli azionisti – come spiega l’edizione odierna del Financial Times – affinché abbandoni le attività più deboli e guidi gli sforzi per consolidare i mercati europei, dove deve affrontare una forte concorrenza.

L’impegno è stato accompagnato dai risultati che mostrano ricavi e profitti in aumento nei 12 mesi fino alla fine di marzo. I ricavi sono aumentati del 4% a 45,6 miliardi, superando di poco le aspettative degli analisti, mentre un aumento del 5% dell’utile di base a 15,2 miliardi ha rispecchiato le previsioni. «Stiamo attivamente perseguendo una serie di opportunità dal vivo in una serie di mercati», ha affermato l’amministratore delegato Nick Read, riferendosi alla sua ambizione precedentemente dichiarata di perseguire accordi nel Regno Unito, Spagna, Italia e Portogallo.

La strategia di Read è stata esaminata con maggiore attenzione da gennaio, quando è emerso che Cevian Capital, il più grande investitore attivista d’Europa, aveva rilevato una quota e stava spingendo per una revisione. I risultati di Vodafone arrivano pochi giorni dopo che Emirates Telecommunications Group ha rivelato di aver acquisito una partecipazione di quasi il 10% nell’operatore per 4,4 miliardi di dollari. Il gruppo degli Emirati Arabi Uniti si è detto favorevole alla strategia di Vodafone.

Il gruppo di telecomunicazioni con sede nel Regno Unito prevede un ebitda rettificato compreso tra 15 e 15,5 miliardi per i 12 mesi fino alla fine di marzo 2023, al di sotto del consenso degli analisti di 15,6 miliardi. Vodafone ha affermato che genererà 5,3 miliardi di flussi di cassa gratuiti, in calo rispetto ai 5,4 miliardi dell’anno scorso. Indicando l’impennata dei prezzi dell’energia, Margherita Della Valle, chief financial officer di Vodafone, ha dichiarato: «Non siamo immuni dal macro-ambiente. Vodafone stava definendo un accordo di acquisto di energia a lungo termine con il fornitore di energia del Regno Unito Centrica per mitigare l’impatto dei maggiori costi energetici», ha affermato.

Vodafone ha rifiutato un’offerta di Iliad per le sue attività italiane a febbraio e non è riuscita a ottenere un accordo con il gruppo di telecomunicazioni sfidante spagnolo MasMovil nonostante mesi di trattative. Read ha ribadito il suo obiettivo di garantire una fusione per Vantage Towers, l’azienda di antenne che Vodafone ha trasformato in un gruppo quotato separato. “Non era soddisfatto” della “performance commerciale in Germania” dopo che il gruppo ha registrato un aumento dell’1,1% dei ricavi da servizi e un aumento del 6,5% dell’ebitda rettificato a 5,7 miliardi. I ricavi e gli utili dell’operatore di telefonia mobile sono aumentati nei 12 mesi fino alla fine di marzo.

Image creditDepositphotos
PrecedenteJuventus, amichevole contro il Barça in estate a Los Angeles
SuccessivoIl fondo Ifm tratta con Garrone: offerta per entrare nella holding San Quirico