RedBird offerta Milan
Casa Milan (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Non soltanto la struttura finanziaria dell’operazione, che – come raccontato anche da Calcio e Finanza in questi giorni – sembrerebbe trovare maggiormente il favore del fondo Elliott. Secondo quanto riportato da Verità&Affari, gli americani di RedBird Capital avrebbero superato il fondo con sede in Bahrein Investcorp anche per quanto riguarda l’offerta messa sul tavolo per il Milan.

Secondo il quotidiano, la società degli USA – che negli ultimi 20 anni ha creato più di 20 miliardi di dollari di valore per le sue proprietà sportive – avrebbe messo sul piatto più degli 1,1 miliardi di euro proposti dal fondo presieduto da Mohammed Alardhi.

Entrambi i potenziali acquirenti sono candidati forti e attualmente sono ancora in corsa per rilevare il club rossonero. Sicuramente, un fattore importante potrebbe essere la struttura dell’affare, dato che Elliott chiede che il Milan non venga gravato da debito nella finalizzazione dell’operazione.

Una mossa che avrebbe fatto parte della strategia di Investcorp, con due terzi dell’offerta composta da equity (capitale proprio) e il resto da debito. Scelta diversa rispetto a quella di RedBird, che metterebbe a disposizione solamente equity, e che ora avrebbe deciso di presentare addirittura un’offerta superiore per mettersi in pole e puntare dritta all’acquisto.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI