Ronaldo Cruzeiro
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Ronaldo il fenomeno è il nuovo proprietario del Cruzeiro, una delle squadre brasiliane con una grande storia alle spalle, che attualmente però milita nella seconda divisione del campionato carioca.

Lo ha comunicato la dirigenza della squadra di Belo Horizonte, nella quale si dichiara che l’ex attaccante dell’Inter ha firmato lo scorso 8 aprile il contratto che lo rende, insieme al suo gruppo aziendale, il controller e manager della Sociedad Anónima de Fútbol (SAF) Cruzeiro.

“Cruzeiro è già di fatto sotto la gestione di Ronaldo Nazario e del suo gruppo imprenditoriale. Dopo l’approvazione la scorsa settimana da parte del Consiglio di amministrazione degli adeguamenti al modello contrattuale, Cruzeiro e Ronaldo hanno firmato il contratto di acquisto per il 90% delle azioni”, si legge nella nota rilasciata dal club.

Come riporta Mundo Deportivo, la firma del contratto pone fine a quasi quattro mesi di trattative e contestazioni da quando, il 18 dicembre, ‘El Fenomeno’ ha annunciato un pre-accordo con il quale ha espresso la volontà di acquisire il controllo e la gestione della società che lo ha ingaggiato a 18 anni e in cui ha mosso i primi passi nel calcio professionistico.

La scoperta di debiti che non figuravano nella documentazione iniziale e la resistenza dei dirigenti del Cruzeiro a cedere tutti i poteri al calciatore hanno ritardato la firma dell’accordo. Il contratto iniziale prevedeva che Ronaldo, proprietario del Real Valladolid, avrebbe pagato in diversi anni circa 400 milioni di reais (79 milioni di euro) per il 90% delle azioni del club, e si sarebbe fatto carico dei debiti contratti dalla squadra, che raggiungono 1 miliardo di reais (poco meno di 200 milioni di euro). Per adeguare l’accordo e includere i debiti che inizialmente non erano comparsi, i dirigenti del Cruzeiro hanno inserito nella parte ceduta nuovi asset, come i campi di allenamento della squadra.

Sebbene il nuovo contratto sia sconosciuto, la stampa indica che l’esborso di Ronaldo sarà molto inferiore a quanto inizialmente previsto.

“Sono onorato di poter guidare il processo di ricostruzione del club. I tifosi e il mercato possono essere sicuri che non ci fermeremo finché non attueremo ampiamente un modello di gestione efficiente ed etico che offra successi sportivi”, ha affermato l’ex attaccante.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteChi è Investcorp, il fondo arabo che guarda al Milan
SuccessivoLa Federcalcio spagnola vittima di un attacco hacker