Spezia Atalanta in streaming gratis
Esultanza dei giocatori dell'Atalanta (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Atalanta bilancio 2021 – Ricavi record e sesto utile consecutivo per l’Atalanta, che chiude il bilancio al 31 dicembre 2021 con un utile pari a 35,1 milioni di euro, dopo aver chiuso in positivo anche l’esercizio al 31 dicembre 2020 per 51,7 milioni. Il fatturato della società bergamasca è stato pari a 242,6 milioni, in crescita rispetto ai 241,9 milioni del precedente bilancio e quota più alta mai raggiunta dai club, mentre i costi sono saliti oltre quota 189 milioni.

Atalanta bilancio 2021, i ricavi

Complessivamente, l’Atalanta nel corso del 2021 ha registrato 242,6 milioni di euro di ricavi, rispetto ai 241,9 milioni del 2020. La voce più corposa è quella relativa ai diritti tv, pari a 115,7 milioni di euro (117,1 nel 2020), seguita dalle plusvalenze (53,6 milioni contro i 68,4 milioni del 2020) mentre dagli sponsor sono stati incassati 28,1 milioni.

I ricavi voce per voce:

  • Ricavi da gara: 9,0 milioni di euro;
  • Ricavi da sponsor: 28,1 milioni;
  • Ricavi da diritti tv: 115,7 milioni;
  • Ricavi da plusvalenze: 53,6 milioni;
  • Altri ricavi da gestione calciatori: 16,8 milioni;
  • Altri ricavi: 18,4 milioni;
  • TOTALE: 242,7 milioni.

Atalanta bilancio 2021, il calciomercato

Il peso del calciomercato sui conti dell’Atalanta è come sempre rilevante, con quasi 70 milioni di ricavi nel corso del 2020 derivanti dalla gestione dei calciatori, tra plusvalenze, bonus e incassi da prestiti.

Le plusvalenze:

  • Diallo: 20,9 milioni;
  • Barrow: 12,1 milioni;
  • Cornelius: 6,7 milioni;
  • Ibanez: 6,1 milioi;
  • Gomez: 3,7 milioni;
  • Haas: 1,8 milioni;
  • Biral: 1,0 milioni;
  • Dervishi: 999mila euro
  • TOTALE: 53,6 milioni.

Ricavi da prestiti:

  • Lammers: 1,4 milioni;
  • Reca: 468mila euro;
  • Colley: 274mila euro;
  • Czyborra: 163mila euro;
  • Elia: 137mila euro;
  • Reda: 19mila euro;
  • TOTALE: 2,5 milioni.

Gli altri ricavi da gestione calciatori (premi di rendimento e valorizzazione):

  • Mancini: 6 milioni;
  • Bastoni: 2 milioni;
  • Colley: 1,5 milioni;
  • Ibanez: 1 milione;
  • Kulusevski: 1 milione;
  • Barrow: 1 milione;
  • Castagne: 930mila euro;
  • Gomez: 500mila euro;
  • Reca: 200mila euro;
  • Radunovic: 194mila euro
  • TOTALE: 14,3 milioni

Atalanta bilancio 2021, i costi

I costi a bilancio per l’Atalanta sono saliti a 189,1 milioni, rispetto ai 166,4 milioni del bilancio 2020. Nel dettaglio, la maggior parte dei costi è legata ai costi del personale: nel 2020/21 il club bergamasco ha registrato 88,2 milioni di costi per il personale, di cui 68,8 milioni come compensi contrattuali per i calciatori (57,6 milioni nel 2020). Tra gli altri costi, gli ammortamenti e le svalutazioni sono passate da 45,4 a 57,4 milioni, con gli ammortamenti legati ai calciatori che sono stati pari a 49,1 milioni, in crescita rispetto ai 39,8 milioni del 2019/20.

I costi voce per voce:

  • Costi per servizi: 29,2 milioni;
  • Costi per il personale: 88,2 milioni di cui 66,8 milioni per i calciatori;
  • Ammortamenti e svalutazioni: 57,4 milioni di cui 49,1 milioni per i calciatori;
  • Altri costi: 14 milioni;
  • TOTALE: 189,1 milioni.

Atalanta bilancio 2021, risultato, debiti e patrimonio netto

La differenza tra fatturato e costi è stata così pari a 53,4 milioni, rispetto a i 75,3 milioni del 2020. Il risultato ante imposte è stato positivo per 53,1 milioni, rispetto ai 74,3milioni del 2020, mentre il risultato netto è stato positivo per 35,1 milioni contro l’utile di 35,1 milioni del 2020. Si tratta del sesto bilancio consecutivo chiuso in utile per il club bergamasco: dal 2016 gli utili sono stati pari a complessivi 164,2 milioni di euro.

Un utile nell’esercizio 2021 che ha portato il patrimonio netto a crescere fino a quota 165,1 milioni di euro rispetto ai 129,3 milioni del 31 dicembre 2020.  I debiti al 31 dicembre 2021 erano pari a complessivi 149,5 milioni di euro, contro i 161 milioni al 31 dicembre 2020. La posizione finanziaria netta era positiva per circa 35 milioni di euro, con 57,1 milioni euro di liquidità in cassa al termine dell’esercizio. 

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI