Telecom prestito Sace
(Image credit: Depositphotos)

CVC guarda anche al dossier TIM. Come riportato dal Sole 24 Ore, il fondo inglese (che aveva puntato all’ingresso nella media company della Serie A, operazione non andata in porto con l’obiettivo poi spostato su Liga spagnola e Ligue 1 francese) avrebbe messo nel mirino in particolare la ServCo, ovverosia la società dei servizi che dovrebbe costituire una delle due gambe di Tim discendente dal piano Labriola, con focus su tutta la società ma anche su singoli asset come ad esempio il Brasile.

Nel piano dell’ad Pietro Labriola è infatti prevista la scissione di Telecom Italia in quattro business principali: rete, servizi, consumer ed enterprise. Quanto a quest’ultimo business, il progetto è quello di riunire Telsy (cybersecurity), Noovle (cloud) e Olivetti (IoT) in un’unica società denominata EntepriceCo su cui si concentra oggi l’interesse del fondo britannico.

Daltronde, CVC era già alla finestra sulla situazione TIM, tanto che i rumors davano il fondo come opzione per una contro-Opa insieme a Vivendi rispetto allofferta di KKR. E la possibile scalata di CVC è inoltre legata proprio alla partita che vede coinvolto KKR. Intanto, CVC avrebbe ottenuto di poter svolgere una mini ‘due diligence’ su ricavi e costi, su quella parte della società che si potrebbe occupare di servizi dopo la possibile separazione della rete.

Il fondo inglese Cvc “analizza da tempo un possibile scenario di riassetto industriale di Tim per identificare soluzioni che favoriscano il rilancio della società nel rispetto e in linea con gli interessi di tutti gli stakeholders. Nessuna decisione è stata presa”, ha precisato all’ANSA un portavoce di Cvc.

Image creditDepositphotos

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteDAZN mette nel mirino anche la Serie A di basket
SuccessivoUcraina, le versioni opposte degli 007 occidentali sulla fine della guerra