Serie A orari recuperi
(Foto: Giuseppe Cottini/Getty Images)

A partire dalla prossima stagione un nuovo punto critico toccherà i club per quanto riguarda l’iscrizione alla Serie A e – più in generale – ai campionati di calcio. Il presidente della FIGC Gabriele Gravina, come lui stesso ha ribadito in questi giorni, vuole introdurre l’indice di liquidità e altri due indicatori come paletti per prendere parte ai campionati 2022/23.

L’idea sulla carta è quella di imporre parametri molto stringenti: per partecipare servirà un indice di liquidità di 0,7. Più severo di quello che a gennaio ha bloccato il mercato di molti club, tra cui – per fare un esempio – la Lazio. Per iscriversi, quindi, tutti i presidenti o quasi dovrebbero immettere soldi nelle società per adeguare l’indice, fino a cifre importanti, sui 10 milioni di euro.

Altrimenti, secondo quanto riportato da La Repubblica, 7-8 club di Serie A non avrebbero i requisiti per iscriversi. Servirebbe una mediazione politica, ma la Lega, che nella giornata di ieri non ha proceduto con l’elezione del nuovo presidente (un voto solo per Bonomi, ma la partita è apertissima), oggi non ha la forza di imporre istanze, senza una guida forte.

Sicuramente l’elezione del nuovo presidente, in sostituzione del dimissionario Paolo Dal Pino, dovrebbe conferire una struttura più ordinata alla Lega Serie A, che potrebbe a quel punto mettere da parte un periodo turbolento e tornare a negoziare con la FIGC, anche sul tema dello statuto.

ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTE: In qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza riceve una commissione per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.com. Registrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.

PrecedenteMilan, Wefox sarà il primo retro sponsor: le cifre
SuccessivoSerie A, la classifica degli ascolti Auditel: Milan e Inter in testa

1 COMMENTO

Comments are closed.