Requisiti per lavorare nel calcio
(Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images)

Nella mattinata odierna il presidente della FIGC Gabriele Gravina è tornato sul tema del rinvio di una giornata di Serie A per consentire al Ct della Nazionale Roberto Mancini di preparare al meglio gli spareggi di Qatar 2022. L’Italia se la vedrà con la Macedonia del Nord e, in caso di successo, affronterà una Nazionale tra Portogallo e Turchia: in pallo la qualificazione alla Coppa del Mondo.

«Non andare al Mondiale sarebbe un’altra brutta pagina della nostra storia. Ma gli stessi soggetti che attribuirebbero la mancata qualificazione al presidente federale poi non fanno niente per favorirla. Un atteggiamento dicotomico senza giustificazione. Abbiamo chiesto rinvio del 20 marzo, ma il calendario è super intasato. Speriamo fino all’ultimo giorno che la Lega decida. In quei giorni ci sono anche le gare di coppa, che non aiutano», le parole di Gravina, intervenuto a Radio anch’io sport.

Una richiesta destinata però a restare inascoltata. Secondo quanto appreso da Calcio e Finanza, infatti, attualmente non ci sono possibilità che la Lega Serie A conceda il rinvio di un turno di campionato per fare spazio alla Nazionale. Il calendario è già troppo intasato e un rinvio non può essere preso in considerazione dai club, considerando inoltre che devono ancora essere recuperate le gare non disputate all’Epifania.

L’unico spiraglio – da valutare comunque con attenzione, e che costringerebbe le società a dei veri e propri “salti mortali” – si aprirebbe qualora tutte le squadre italiane coinvolte nelle competizioni UEFA per club venissero eliminate al prossimo turno. Parliamo di Inter e Juventus (impegnate in Champions League), di Atalanta, Napoli e Lazio (che giocheranno in Europa League) e della Roma, che proseguirà il suo percorso in Europa Conference League.

ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTE: In qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza riceve una commissione per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.com. Registrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.

PrecedenteUfficiale, ricorso respinto: Bologna-Inter si deve giocare
SuccessivoSerie A, Spezia-Fiorentina in streaming: dove vedere la gara in diretta