Real accordo nuovo Bernabeu
(Il progetto del nuovo stadio Santiago Bernabeu)

Il presidente del Real Madrid, Florentino Pérez, ha raggiunto un accordo per lo sfruttamento commerciale del nuovo Santiago Bernabéu con la società statunitense Legends, specializzata nella commercializzazione di impianti sportivi da 25 anni. Lo riporta il sito Vozpópuli, che ha fornito una serie di dettagli interessanti sull’intesa tra la società e uno dei principali club spagnoli.

L’accordo avrà una durata di 25 anni, durante i quali l’azienda statunitense potrà partecipare al business del nuovo Bernabeu virtù dei suoi servizi di marketing. A Legends spetterebbe in linea di principio il 20% dei profitti derivanti dallo sfruttamento commerciale del nuovo impianto, con la promessa di generare ricavi oltre una certa soglia al Real Madrid.

La società americana è di proprietà del fondo di venture capital Sixth Street, che possiede anche il 20% dei San Antonio Spurs (franchigia di NBA), una delle leghe sportive che potrebbe portare degli eventi proprio al Bernabeu. Legends ha stimato che tramite il nuovo impianto si potrebbe creare un giro d’affari di circa 400-440 milioni di euro a stagione. Questo perchè il Bernabeu – come già accade per gli stadi nuovi costruiti in questo anno – dovrebbe “vivere” 365 giorni l’anno offrendo al pubblico eventi e attività di vario genere, tra le quali concerti, negozi, ristoranti e molto altro.

Per questo, a breve Legends dovrebbe versare circa 150 milioni di euro, espandibili fino a 400-440 milioni a condizione che il Real Madrid raggiunga obiettivi legati alla costruzione della rosa della squadra e delle opere intorno allo stadio. L’ultima aggiunta del club al progetto di riqualificazione del Bernabéu prevede due parcheggi sotterranei sotto Paseo de la Castellana e Padre Damián fino a 1.667 posti. I parcheggi permetterebbero al Real e ai suoi finanziatori di accedere a circa 270 milioni di entrate durante i 30 anni di un’ipotetica concessione, in attesa dell’approvazione da parte del Comune di Madrid.

Per finanziare tutti i lavori, i Blancos hanno preso in prestito circa 1.000 milioni di euro, che devono essere rimborsati entro un periodo di 25-30 anni. L’obiettivo di Florentino Pérez è quello di vedere crescere il valore del club a breve termine per resistere alla minaccia di rivali come il Manchester City e altre big europee. L’idea è quella di portare la valutazione del Real Madrid a 6.000-8.000 milioni di euro alla fine del 2025, alla scadenza del suo attuale mandato, con il nuovo Bernabéu come uno dei grandi motori di crescita.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteChampions, squalifica a Barella in arrivo: l’Inter non ricorrerà
SuccessivoUfficiale, due giornate di squalifica per Barella in Champions