Superlega rilancio progetto

La Superlega non è morta e nel 2022 si prepara a essere rilanciata. Lo sostiene l’autorevole quotidiano Financial Times, sottolineando che Real Madrid, Barcellona e Juventus – le società che non hanno fatto marcia indietro dopo le minacce della UEFA – sarebbero pronte a dare nuova linfa al tanto discusso progetto.

I presidenti Florentino Perez, Joan Laporta e Andrea Agnelli non hanno mai abbandonato l’idea della nuova competizione e si sono incontrati lo scorso agosto per parlare della questione, proseguendo poi con ulteriori contatti che dovrebbero sfociare in nuovi vertici nell’anno appena iniziato. Di un nuovo progetto – un torneo più aperto e con più voce ai tifosi – si era parlato proprio a fine agosto, e ora i colloqui potrebbero entrare nel vivo.

L’idea è quella di ripensare la manifestazione dal punto di vista legale e organizzativo. Il primo per evitare azioni da parte degli organismi che sovraintendono al calcio e il secondo per rendere il torneo più appetibile per i tifosi.

Superlega rilancio progetto – La società di pubbliche relazioni

Per questo motivo – secondo quanto sottolineato dal Mirror – le tre società “ribelli” si sarebbero rivolte anche alla società di pubbliche relazioni Flint per avere un aiuto nel “ripulire” la propria immagine dopo il fallimento del primo progetto e per creare un prodotto vendibile che non subisca le critiche a cui sono stati sottoposti i piani al momento del loro lancio.

Flint ha messo insieme un documento di presentazione dal titolo: “Aprire la strada alla Super League; strategie per la ricostruzione, la ripartenza e il trionfo”. La società di pubbliche relazioni è ora pronta a impegnarsi in una grande campagna che sottolineerà la posizione di monopolio della UEFA, descrivendo i piani per una Superlega come unica alternativa per salvare il mondo del calcio.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLa Serie A spinge sui vaccini: quanti sono i calciatori no vax
SuccessivoIervolino: «La Salernitana avrà un grande futuro»